domenica 22 ottobre 2017

Compleanno, 1974

Soffio sulle azzurre candeline
- anche sul tempo, in quella cucina
che non c'è più, ma ancora non lo so,
so solo le nozioni elementari.

Dietro me fiorisce un vaso di impatiens,
davanti bicchieri di moscato attendono
che qualcuno elevi un brindisi e faccia
risuonare il suo vetro contro il mio.

E soffio, soffio con forza esprimendo
un desiderio, uno su un miliardo.


1974



2017


sabato 21 ottobre 2017

Come il mare l’onda

Vorrei che tu potessi contenermi
come il mare l’onda o il cielo la luna,
abbracciarmi stretto stretto per farmi
sentire una parte viva di te.

Perché il gioiello del tuo amore già
brilla nel castone del mio cuore.
Perché il tuo sorriso illumina il buio
dentro me con i suoi raggi di sole.


COLLAGE DI MATTHEW CUSICK


2017




venerdì 20 ottobre 2017

Come un naufrago

Ti cerco - l'alba a malapena filtra
dalle serrande, diffonde una luce
lattiginosa, disegna i contorni
degli oggetti noti, gli dona vita.

Trovo la tua mano e come un naufrago
mi aggrappo - non voglio abbandonare
la scialuppa che mi salverà, l'unico
modo di giungere alla terraferma.


Letto

MEREDITH O’NEAL, “SENTIRSI A CASA”


2017

giovedì 19 ottobre 2017

Comanda la ragione

Comanda la ragione, il volto asettico
della logica che guida i miei passi
- segno zodiacale Vergine ti
dice qualcosa? Questa precisione
di pensieri, questa causa-effetto?
E sai quanto piuttosto seguirei
la voce suadente dell’emozione,
il canto di Sirena che mi tenta...


DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI


2017

mercoledì 18 ottobre 2017

Campagna emiliana, autunno

Tra terra e cielo qui, nella campagna
d’autunno, sospesa tra fitte nebbie
mattutine e il sole del pomeriggio
- fertile il grembo che attende il suo seme.

Il pensiero volteggia come il nibbio,
alto sui pioppi, sopra le golene
- si perde in tanto spazio, abituato
a misurare il mondo tra colline.


Fidenza

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017

martedì 17 ottobre 2017

Albeggia

Albeggia - la luce, inesorabile,
sposta la sua armata sul levante,
tinge già d’oro l’orizzonte, sale
portando avanti il suo vessillo giallo.

E tu, al mio fianco, ne sei rivestita
- diventa d’oro anche la tua bellezza,
la nudità scoperta dal lenzuolo.
Albeggi, dolcemente, dentro me.


Alba
FOTOGRAFIA © FIR0002/FLAGSTAFFOTOS

2017

lunedì 16 ottobre 2017

Tra Pero e Cormano

Oltre l’Expo e l’Albero della Vita
le luci del traffico si infittiscono,
diventano lumini galleggianti,
rossi nel mare dell’oscurità.

Ma stamattina la maturità
del riso, i campi rivestiti d’oro,
hanno accompagnato il nostro viaggio,
e le garzette levavano voli

come eleganti messaggi d’augurio.


Autostrada

FOTOGRAFIA © TECHNEWS


2017


domenica 15 ottobre 2017

Costellazioni

Il Cigno splende alto sopra i pioppi
in questa notte di ottobre che ancora
non ha ceduto ai venti e innalza giallo
il pallone un po’ sgonfio della luna.

Scrutando lontane costellazioni,
piccola cosa su questo bitume
dipinto d’ocra dai lampioni, provo
a risolvere equazioni d’amore.


cygnus

FOTOGRAFIA © PBS


2017

sabato 14 ottobre 2017

Le parole dei poeti

Sei il mio nord e il mio sud, lo so
che tutto è già stato detto, anche che
questo amore è il nostro, di noi due.

Ma è su questa esclusività che
viviamo e se ripetiamo altre storie
è la nostra che brilla nel momento.

Se ripeto le parole dei poeti,
semplicemente le applico a te, a me,
come fosse regola matematica.


MARC CHAGALL, “SAINT-JEAN CAP FERRAT”


2017

venerdì 13 ottobre 2017

Merano, ottobre 1988

Il solito pesce fuori dall’acqua
- così esco nelle fotografie.
Qui indosso anche uno sguardo smarrito,
oltre alla "drop" festiva da alpino.
E dire che stiamo scherzando, quasi
a esorcizzare gli spettri di naia.
Giochiamo con la piccozza e la pala,
schiantiamo quei giorni lenti a passare.
Non immaginiamo minimamente
che un giorno li rimpiangeremo tutti.


Io e Miglio



2017

giovedì 12 ottobre 2017

Ritratto con talismano

L’ombra ti segna, nulla che diventa
reale, collana di sogni e misteri
che indossi sopra l’incavo del seno
ora che il giorno ha disteso i suoi panni.

È lì, passero in veste di avvoltoio,
e tu ne spiumi nere coperture,
così sgarbugli i fili del gomitolo
con il tuo amoroso talismano.


Coolens

DIPINTO DI KRIS COOLENS


2017

mercoledì 11 ottobre 2017

Odisseo al telefono

Sentire la tua voce è in fondo cedere
all'incanto delle Sirene - resto
legato a questo albero maestro
che chiamano telefono, alla macchina
che cancella il buio della distanza.
I miei marinai hanno le orecchie
turate, io invece mi sciolgo come
cera di una candela al tuo cospetto.


Waterhouse

JOHN WILLIAM WATERHOUSE, “ULISSE E LA SIRENA”


2017


martedì 10 ottobre 2017

Non più sirena

"Dicendo no no no
  ma inseguendola".

  IDEA VILARIÑO

Donna, non più sirena, nel mio sogno
ti sei rivelata – la parte argentea
di squame caduta come una coda
di lucertola, perduta nel gorgo.

E donna sei adesso che il mattino
colora d'oro le tue gambe nude -
l'amore è un bianco fiore di lenzuola
sbocciato all'altezza del tuo seno.


Gmesh

GMESH, “IN THOUGHTS”


2017

lunedì 9 ottobre 2017

Poeta al microscopio

Si ripetono le parole, sfiammano
ossessive - così il vapore in certi
sfiatatoi - ma questo deve fare
la poesia: rimuginare il detto,
smontarlo, ricostruirlo da capo.
E, come uno scienziato al microscopio,
analizzare il reale per provare
a sorprendere inerme il suo mistero.


Riley

DIPINTO DI BRUCE RILEY


2017


domenica 8 ottobre 2017

Ti scrivo da questo tramonto

Ti scrivo da questo tramonto in fiamme
che riversa oro fuso sul ponente
e mi riempie gli occhi di poesia.

Sono parole piene di passione
che già conosci ma sono sicuro
leggerai con rinnovata emozione.

Ti scrivo perché non posso abbracciarti
e ancora di più adesso mi manchi
davanti al rosso oceano della sera.


Tramonto

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017


sabato 7 ottobre 2017

Cuscini lontani

Dormiamo questa notte su cuscini
lontani - c'è di mezzo un fiume e poi
un altro e un altro ancora, autostrade
di viadotti, paesi addormentati
torri e castelli, colli nereggianti
sotto la luna piena di ottobre.

Ma sto sognando te e tu sogni me,
il messaggio che ci inviamo aleggia
da qualche parte nella notte chiara.


Olbinski

DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI


2017

venerdì 6 ottobre 2017

Rossa brace è il tramonto

Rossa brace è il tramonto - in quest’ora
ancora di più brucia la ferita
della tua assenza, riverbera vivida
in quel madrigale di cielo e nuvole.

Dall’uscio aperto entra un refolo fresco,
sorprende l’illusione malinconica
di te e la dissolve come la notte
lascerà cenere di quella brace.

Ma tu tornerai nel nido dei sogni.


Tramonto

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017

giovedì 5 ottobre 2017

Nello studio, 1987

È per la scarsa luce della stanza,
lo so, ma sembra emerga dalla nebbia
degli anni la fotografia presa
all’improvviso - sono lì al computer,
un IBM Personal System/2,
e infilo illusioni nella tastiera,
trasformo stanche parole in poesie.
Le stamperò su moduli continui,
ne farò barchette o aerei di carta
da affidare alle correnti del tempo.


IBM

FOTOGRAFIA © MASTODON PC


2017

mercoledì 4 ottobre 2017

Alba altrove

Il sole si leva dalla pianura
di un altrove soltanto immaginato
o forse intravisto dal finestrino
viaggiando verso mete non segnate.

Negli sfilacci di nuvole brilla
già il mattino di un autunno appena
iniziato, azzurro l'orizzonte
si schiuderà davanti al tuo sorriso.


Alba

FOTOGRAFIA © VANIA SEMPLICIDEE


2017


martedì 3 ottobre 2017

Amando

Giocano luci e ombre sul tuo corpo
come la notte e il giorno - luna e sole
sorgiamo da esso incontrandoci dove
il nulla si trasforma in infinito.

Galleggiamo in questo cielo perduto
tra stelle che più non ricordavamo,
superando il confine che ci chiude
per qualche misero istante, amando.


Joani

JOANI, “SO GENTLE”


2017

lunedì 2 ottobre 2017

Piovono azzurri ricordi

Piovono azzurri ricordi - adesso
sì li posso togliere dal sospeso,
archiviarli con ordine in cartelle
e apporvi finalmente quel timbro.

Ho fatto la pace con il passato,
ho raggiunto il compromesso - rimpiangere
è un atto chimerico quanto inutile.
Ora drizzo le vele al vento e navigo.


Olbinski

DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI


2017

domenica 1 ottobre 2017

Ricordi di sole

Ricordi di sole e antichi palazzi
armonizzano il canto dei pensieri
adesso - tu, come sempre sei lì,
osservi, guardi, precisi qualcosa.

Fu il giorno in cui ci avvicinammo e il cielo
era lo stesso, un velo azzurro steso
sui merli duecenteschi della piazza
- le parole dette fluttuano ancora.


Merli

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017


sabato 30 settembre 2017

Improvvisamente poesia

Piove oro dall'alto ora che l'autunno
è arrivato - lo vedi nelle felpe,
nei giubbini alla moda, nelle foglie.

L'acqua grigioblu del lago scintilla
in questo sabato tranquillo, diventa
cielo chiaro che tremola di stelle.

E la bellezza penetra nel cuore,
diventa improvvisamente poesia.


Lecco

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017

venerdì 29 settembre 2017

Venere per noi

Venere per noi brilla questa sera
- l’estate ormai è una fotografia,
l’ultima cartolina dalle spiagge.

La stella dell’amore serba i nostri
messaggi - navigano senza fretta
nel mare blu del cielo di settembre.


Venere

FOTOGRAFIA © NASA


2017

giovedì 28 settembre 2017

Il canarino

Il canarino in gabbia becca miglio
- lo hai messo sul davanzale perché
respiri l’aria fresca di settembre.

Ti piace quando canta, pensi sia
poetico il suo trillo, ti fa felice.

Ma non lo sai che è un canto di dolore,
non sai che quella poesia è un lamento,
folle desiderio di libertà.


Canarino

FOTOGRAFIA © CANARY BIRD GUIDE


2017

mercoledì 27 settembre 2017

Una falce di luna

Si è illuminata una falce di luna
sul ponente, il gioiello della sera
che ti dono come un innamorato
spiantato - è un artificio di poeta,
meraviglia che passo dai miei occhi
ai tuoi come un bacio nel crepuscolo.


Luna

IMMAGINE DA TUMBLR


2017

martedì 26 settembre 2017

Frantumi di cielo

Ha smesso di piovere poco fa
- lo specchio azzurro e bianco del cielo
è andato in frantumi sul porfido.

In quelle schegge effimere alberga
qualcosa che va oltre la bellezza,
freme un inafferrabile mistero.

È l’intuizione di un momento, il lampo
della poesia nel buio dei giorni.


Cielo

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017

lunedì 25 settembre 2017

Sei in qualche parte di me

Sei in qualche parte di me - cuore, anima,
cervello? - come musica risuoni,
un canto malinconico e leggero
quando non ci sei, voce di sirena
che incita a cedere alla nostalgia.

Sei in qualche parte di me - pelle, muscoli,
sensi - come bianca luna risplendi
e illumini le mie notti di te
quando vieni nei sogni, maga circe
che mi piega ad ogni suo volere.


RAFAL OLBINSKI, “TRISTANO E ISOTTA”


2017

domenica 24 settembre 2017

Tre giorni senza te

Tre giorni senza te, tre giorni vuoti
- e l'autunno già sussurra il suo nome
alle foglie, custodisce silenzi
di nebbie, inarca la schiena del vento.

Tre giorni senza te, tre giorni persi
- la notte ha srotolato una coperta
in più arrivando sul far della sera,
vagabonda compagna nel mio letto.


Rafal_Olbinski_Eugene_Onegin-s

RAFAL OLBINSKI, “EUGENE ONEGIN”


2017

sabato 23 settembre 2017

Orizzonti

Scruto i vasti orizzonti - la stampa
sul muro è un ondeggiare di gondole
davanti a San Giorgio - ma è nel futuro
che spingo avanti i miei sguardi, soldato
sul poggio di un conteso parallelo.
Sono giochi che mi impegnano quando
tu sei distante, quando più mi manchi
e cerco quiete in un volo di falco.


Kush

DIPINTO DI VLADIMIR KUSH


2017

venerdì 22 settembre 2017

L’ultimo giorno d’estate

L’alba ai vetri è una mela d'oro - brilla
ancora l’ultimo giorno d’estate,
l'equinozio stasera porterà
l'autunno con le sue malinconie.

Ma le ombre leopardiane qui non sono
di casa, qui comanda il carpe diem
oraziano, il disarmo dei pensieri
che spia la meraviglia dei riflessi.


Alba

FOTOGRAFIA © WE♥IT


2017


giovedì 21 settembre 2017

Come a un capodanno

Viene a dorare foglie ancora verdi
la luce del mattino, il cielo è un vortice
di nuvole svolazzanti sui monti.

E come a un capodanno mi ritrovo
a rincorrere l'arte del proposito,
a seguire le voci degli auguri.

Mi domando se mi sento felice
e la risposta è quella di sempre:
felice è solamente chi desidera.


Candeline

mercoledì 20 settembre 2017

Confessione di Odisseo

Sono trascorsi i tempi in cui aspettavo
sulla riva del mare che uscisse
una sirena - Odisseo riformato,
piccolo marinaio di pianura.

Gli anni sono volati e la Penelope
che tesseva la sua tela da sempre
mi attendeva - io lo sapevo, ma
ho dovuto viaggiare per averla.


DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI


2017

martedì 19 settembre 2017

Shua shu shua

Risuona la vecchia canzone, giunta
dai meandri del tempo - Shua shu shua -
spazzole graffiano jazz e ricordi,
ridisegnano sere confinate
nell’oblio, ma adesso l’equazione
è risolta, l’incognita ha trovato
il numero che la vale e quel vuoto
che allora temevi neanche fa male.


Matt Bianco

COPERTINA DI “WHOSE SIDE ARE YOU ON?” (PART.)


2017


lunedì 18 settembre 2017

Un bacio non dato

La storia di un bacio non dato crea
il suo gioco di causa-effetto come
il martelletto di un pianoforte.
È sempre la stessa nota a ripetersi
ossessiva, a gridare nella notte
il suo canto che diventa sgraziato.
Ma altri giorni verranno, altre occasioni
si leveranno in volo come cigni,
bianche ed eleganti come le spose.


Olbinski

DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI


2017


domenica 17 settembre 2017

Muta necessaria

Ho abbandonato ormai il ricordo come
la vecchia pelle del serpente - muta
necessaria per proiettarmi avanti,
incamminarmi verso la speranza,
verso l'aura di sogno che risplende
sul tuo corpo, sul mio. Era un fardello
che appesantiva l'anima, zavorra
che impediva di volare con te.


Schloe

ILLUSTRAZIONE DI CHRISTIAN SCHLOE


2017


sabato 16 settembre 2017

Parlando del tempo

Il cielo del mattino ha steso nuvole
ad asciugare - così ne abbiamo
parlato, lì da te ancora pioveva
e mi sembrava di udire quel suono
nel telefono. In quell’indistinto
mondo in cui viviamo, ti ho immaginata
scostare una ciocca bionda dal viso
- ti ho portata con me per tutto il giorno.


Cielo

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017

venerdì 15 settembre 2017

Fine dell’estate

Dietro i gerani si apre la vallata,
verde catino di strade e paesi:
nuvole da quadro del Canaletto
galleggiano nel cielo di settembre
a riempire le vetrate. Il vermiglio
dei bicchieri riflette già l'autunno,
lo chiama la mezza fetta d'arancia
- sbucciamo questi giorni d'estate
per spremerne l'ultima goccia dolce.


IMG_5529

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017

giovedì 14 settembre 2017

Un’altra estate che finisce

L’aria di un’altra estate che finisce
ha un gusto d’Irlanda, un oltremarino
sentore di umidità e di brughiera.

Il vento che ha finalmente dissolto
le piogge ha preso a calci il rosso cane,
soffia il suo alito di terra scura.

E avanza la dolce malinconia
dell’autunno, insinua già i suoi veli
quando sorprende a letto il mattino.


Mare

FOTOGRAFIA DA PINTEREST


2017


mercoledì 13 settembre 2017

A Porta Nuova

Mia città di luce e di ricordi,
il sole batte sulle verdi cupole,
sul lungo viale degli ippocastani
dove turisti mangiano gelati
e bellezza. Lo ammetto, a Porta Nuova
mi sento anch’io come loro, quando
guardo oltre le mura l’antico borgo
arroccato sotto il cielo azzurro.


Bergamo

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017

martedì 12 settembre 2017

Vocabolario d’amore

Giochiamo a costruire un vocabolario
d'amore che sia tutto nostro, che
ci rappresenti - quali miniatori
medievali disegniamo un bestiario
di baci e carezze, gesti infilati
come perline sul filo dei giorni.
Vagabondiamo in questo giardino
di primavera e nevicano piume.


Etsy

DISEGNO DA ETSY


2017


lunedì 11 settembre 2017

Come la sete

Come la sete che all’improvviso
ti coglie nei giorni d’estate, quando
la canicola attraversa il cielo,
cuoce le crete e arroventa l’aria.

Così è l’amore che provo per te,
bisogno inestinguibile di berti,
di assaporarti quando non ci sei
- vago nel deserto verso la tua oasi.


Sete

FOTOGRAFIA © OLICHEL/PIXABAY


2017


domenica 10 settembre 2017

Luna di memoria

Mastico questi tre quarti di luna
- è luna di memoria che riaffiora
dal lago e disseppellisce ricordi
arrugginiti (li credevo d’oro
un tempo, ma erano bigiotteria).
E scopro che la felicità può
essere solamente del presente
- o del futuro - quella ricordata
non ti sa più sollevare da terra.


Garda

FOTOGRAFIA © GARDA CONCIERGE


2017


sabato 9 settembre 2017

Io, te e la luna

Tu destreggi i tuoi giorni in giravolte
e compromessi - intanto la luna
passeggia come un gatto innamorato
sopra il tetto della casa di fronte.

Io ancora guardo là, dove sei tu,
e come al solito mi chiedo che
cosa stia facendo in questo preciso
momento - troppa grazia se anche tu
stai osservando la luna insieme a me.


Schloe

ILLUSTRAZIONE DI CHRISTIAN SCHLOE


2017

venerdì 8 settembre 2017

La città

La via è uno svolazzare di balconi
e tende - la memoria contraddice
ed espone mimose in fioritura,
lumini rossi forse di una chiesa
visitata per onorare il santo.

La città è così, ha di questi squarci,
pennellate di De Chirico, scorci
che giureresti avere visto altrove,
non qui in San Tomaso - chissà che fine
ha fatto il matto che dirigeva il traffico.


Butler

CHRIS BUTLER, “TRAM A MILANO”


2017


giovedì 7 settembre 2017

Ménage

Ritorni a queste tue normalità,
ti abbandoni alla sicurezza dolce
dell’abitudine come alle braccia
dell’amore consueto - è una vestaglia
consunta che indossi sulle tue forme.

Io ho bisogno di brillantezza invece,
di luci che si specchino al mattino
e inondino la stanza di bellezza.
Io gioco al tavolo della poesia
le mie fiches forgiate in oro vivo.


Vallhonrat

FOTOGRAFIA © JAVIER VALLHONRAT/FLIAR


2017

mercoledì 6 settembre 2017

La squaw

E dunque in sogno stanotte sei giunta
con le trecce da indiana a completare
il cerchio - la squaw che realizzai
a mosaico da bambino e che si impose
inconsciamente forse come ideale
amoroso. E ti ho guardata
giocare con le tue collane d'osso
ed eri proprio tu la mia indiana.


Squaw

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA


2017

martedì 5 settembre 2017

Effimera unione

Provo a far combaciare i nostri sogni
- e le tessere di un puzzle del resto
sono la cifra di questo amore, il logo
che dal principio gli abbiamo affidato.

È allora che la realtà dà tregua,
è allora, in questa effimera unione,
che il fiore del tempo per un istante
si apre e lascia che ci infiliamo in esso.


DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI


2017

lunedì 4 settembre 2017

Nuove strategie

Traccio le mie nuove strategie
- chi insegue il passato ha già perduto,
chi pedina i suoi passi abbandonati
discende in sottoscala polverosi.

Adesso guardo avanti, marinaio
che dall'alto della coffa osserva
il mare, nostromo che sulla carta
nautica segna la rotta d'amore.


Marinaio

IMMAGINE DA ETSY


2017

domenica 3 settembre 2017

Ristorante Belvedere, 1996

Il tempo passa sulla mia camicia
azzurra come un volo di libellula
- fuori la luce di settembre porta
la sua nuova dolcezza lungo il fiume.
Nel piatto rossi gusci di crostacei,
nel cuore la solita illusione
tenuta nascosta, ben chiusa a chiave
perché non potesse sfuggire in viso.


Astrid Trugg

ASTRID TRUGG, “ARAGOSTA E LIMONI”


2017

sabato 2 settembre 2017

Fiori donati

I fiori nel vaso di vetro, nuvole
d'oro miniate dal tramonto a nord,
sono testimonianza del mio amore.

Ne cogli lampi con lo sguardo, piove
la sera sui vetri della cucina,
lacrimano riflessi sulle imposte.

E stringi il mio regalo sopra il cuore,
questa battaglia è vinta, la dolcezza
della luce è giunta a scaldare l'anima.


Volegov

DIPINTO DI VLADIMIR VOLEGOV


2017

venerdì 1 settembre 2017

Il tramonto

Il tramonto discioglie rame vivo
nel cielo dell’estate che finisce
- come un gitano ne riveste a sbalzo
i monti grigi, le colline azzurre.

E tu, vestita d’oro, mi sorridi
più bella del riflesso, come luna
sorta dalle profondità del mare,
con il volto che mi parla d’amore.


Gordon

DIPINTO DI EDWARD B. GORDON


2017