venerdì 6 luglio 2012

Verso l’azzurro

Ti ho seguita in un biglietto del tram
e ho prosciugato rubinetti freschi
per spegnere la sete inestinguibile.

Ma tu volavi leggera e felice,
lontano dai miei prati di cemento,
verso l’azzurro mare sconfinato.

 

MARC CHAGALL, “LA PROMENADE”

 

2003

2 commenti:

Vania ha detto...

..la poesia è da leggere di/in corsa...;))


...simpatica !!
ciaoo Vania

DR ha detto...

sì, questa è sintetica