martedì 26 aprile 2011

Notte sul lago

Nascosto tra le grinze, tra le rughe
della notte, qui dove il lago piega
e i riflessi si incurvano nel buio,
spio la tranquillità dell'esistenza.

Immobile, seduto tra le viole,
ascolto le onde frangersi leggere
sui soliti discorsi degli amici.
Tendo un agguato alla felicità.

 

Fotografia © Uberti

 

2011

6 commenti:

Vania ha detto...

..molto bella l'immagine "tendo un agguato alla felicità".

complimenti !!
ciaoo Vania

Tra cenere e terra ha detto...

Foto magnifica...

CT ha detto...

ma che mi perdo non passando da qui....
sempre belle , amico mio!!!!

DR ha detto...

È il lungolago di Lecco, la sera.

shadow ha detto...

a volte vado lì, mi siedo vicino alle barche, respiro quell'odore che molti trovano sgradevole ed io invece penso "di casa". un leggero sciabordio e poi tutto diventa quiete: solo l'acqua regala questa quiete e offre la possibilità. anche la felicità (ammesso di saper mai che sia) diviene possibile in quei minuti.

DR ha detto...

quella che io chiamo "felicità di niente"