venerdì 16 luglio 2010

Il ricordo della felicità

Il ricordo della felicità
è felicità? Risplende ancora
o inaridisce come un breve fiume
nelle secche pietrose dell'estate?

E la memoria è uno scrigno dorato
che serba in velluto tutti i tesori
oppure un farraginoso deposito
dove giacciono confusi rottami?

 

Fotografia © Il ricordo perduto

 

2010

6 commenti:

Buba ha detto...

in questi giorni da me solo rottami... ho bisogno di alcune settimane per riordinare le idee...........

Vania e Paolo ha detto...

...difficile...
ma credo che sempre ci possa essere la felicità.

Stamattina ho guardato un cartone animato con mia figlia a letto, Pollyanna...ecco ...dopo la caduta ...non poteva più camminare...eppure era molto felice.

Niente rottami.:)
Ciao Vania

DR ha detto...

mi dispiace, Buba...

e sono lieto per te, Vania...

io mi bilancio come sempre funambolo sul filo

Asia ha detto...

Se la vedo qui, la dipingo. Mi piace quel misterioso immaginare - quel sovrappiù - sgusciare fuori da un qualsivoglia dove...Grande!

DR ha detto...

Sì, dipingila, Asia...

Asia ha detto...

Sai che ogni promessa è debito...