martedì 6 luglio 2010

Fermo-fotogramma

L'otre dei miei ricordi non ha forma
d'acqua per quanto vada ripetendo
che scorre come un fiume verso il mare.

Tu resti dentro il fermo-fotogramma
di un pomeriggio d'estate e Mondiali,
mi guardi e parli di te, mi racconti,
dici che andrai a comperare le scarpe.

Quando tornasti sapevo già il nome
che aveva quell'emozione: amore.


 image

Fotografia © Donnaloka

2010

6 commenti:

Vania e Paolo ha detto...

...semplici fotografie.
...sfogliando l'album...si rivivono le reali istantanee.
Ciao. Vania

DR ha detto...

un varco nel tempo che consente di infilarcisi per qualche istante

Asia ha detto...

Noto con piacere atmosfere più familiari. In bocca al lupo. Un abbraccio. asia

Vania e Paolo ha detto...

..avevo lasciato un commento...e non c'è più.:(

semplici "fotografie"...per comporre un bellissimo album.
ciao Vania

claudia ha detto...

Immagini che passano e ripassano sul telo della memoria. La sala ormai vuota, il film concluso. Qualcosa di molto familiare. c.

DR ha detto...

Grazie Asia e grazie Vania. Il commento mi è arrivato via mail, ci deve essere stato qualche problema di blogger. Ho riportato anche quello sul Canto.

Sì, questo è un ricordo importante, l'inizio di un amore lungo e intenso.