domenica 20 novembre 2016

La pioggia d’autunno

Canta la pioggia d’autunno sui tetti,
lucida strade, inonda ghiaietti.
Ma la sua voce cristallina scioglie
i vincoli alle foglie di novembre,
ne fa tappeti colorati, stuoie
abbandonate nei giardini nudi.
Canta la pioggia d’autunno e tu guardi
dalla finestra il suo acquarello triste.

 

Pioggia

FOTOGRAFIA DA TUMBLR

 

2016

4 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

che meraviglia, hai dipinto immagini ed emozioni in pochi versi. La forza evocativa del poeta entra nell'anima del lettore e suggestiona il suo sguardo.
Buona domenica

DR ha detto...

Novembre è un mese che detesto: mi immalinconisce, mi ingrigisce anche dentro.

Grazie e buona domenica anche a te

Elisa ha detto...

...alcune parole riescono a vincere la tristezza:"canta la pioggia" e ti puoi perdere nel suo canto, "voce cristallina" e odi la melodia trasparente di quel canto, "tappeti colorati" e il colore ti scalda il cuore...

DR ha detto...

presto arriveranno le luci di dicembre...