mercoledì 12 ottobre 2016

Cronache d’autunno

Il contadino già ammassa la legna
per l’inverno, sembra voler spaccare
anche il sole che penetra nel bosco
e scopre ricci vuoti sul terreno.

Le cicogne sono volate a nord,
gli ultimi villeggianti hanno lasciato
le spiagge della Liguria e camminano
spersi nei lunghi viali di città.

Con l’inganno di vesti colorate
ora governa la malinconia.

 

Legna

FOTOGRAFIA DA TUMBLR

 

2016

2 commenti:

La strega Agata ha detto...

Per riuscire a scrivere versi così speciali
e così spesso bisogna proprio essere
dei grandi...
Grazie per le parole incantate che ci regali
tutti i giorni. Mi piacerebbe ospitarne alcune
nel mio piccolo blog appena nato,
vieni a darci un'occhiata.
Anche solo un tuo parere per me sarebbe
un onore.
Agata
Strega-ta dai tuoi versi

DR ha detto...

Ti ringrazio, Agata.

In realtà mi riesce più semplice di quanto possa sembrare scrivere ogni giorno. Questa auto-analisi poetica ormai è un'abitudine, è il mio diario in versi.

Conosco il tuo blog già da qualche settimana: è inserito tra quelli che leggo via Feedly

Buona giornata

Daniele