giovedì 22 gennaio 2015

Il cielo di gennaio

Le colonne di fumo della sera,
questo arancione che divampa e allaga
i campi oltre le stoppie nude, infiamma
i candelabri neri delle querce.

Il cielo di gennaio è un acquerello
sospeso sulle travi del balcone,
colpi di spugna e pennellate segnano
la tela sempre nuova del ponente.

 

Cielo

ELABORAZIONE GRAFICA © DANIELE RIVA

 

2015

4 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

il cielo nei suoi momenti migliori, nell'alba o nel tramonto, ci offre scenari speciali affinché, possiamo trovare nel soffio il suggerimento allo scrivere poesie.

L'altro giorno scrissi:
davanti ai miei occhi
lavorano pennelli
che plasmano l'alba
una originale miscela cromatica
si forma
assorbita dalle nuvole
e sfuma nel giovane giorno.
Un caro saluto
Francesco

DR ha detto...

è un'impressione comune quella della tela, vedo: oggi il cielo era più una pittura a olio, di quelle iperrealiste

Vania ha detto...

..pensa al meteo..una poesia del genere....:)

ciaoo Vania :)

DR ha detto...

un'idea, il meteo trasformato in poesia ;-)