venerdì 11 febbraio 2011

Il mimo d’argento

Nel cielo terso di febbraio scopro
la mia musa seduta al tavolino
di un caffè a leggere leziosi versi.
Io che in silenzio mi avvicino e nulla
dico sono come il mimo d'argento
che fa la statua viva in Piazza Duomo.
La mia poesia è uno scuotere di tende
nel sole impallidito di città.

 

Fotografia © Ambrosiana Pictures

 

2011

2 commenti:

Vania ha detto...

..molto molto piacevole. :)

ciaoo Vania

DR ha detto...

Mi piacciono molto gli artisti di strada, madonnari, mimi, musicisti, saltimbanchi. Oggi in Piazza dei Mercanti a Milano c'era un prestigiatore. Se solo avessi avuto tempo, mi sarei fermato a lungo ad osservarlo.