venerdì 25 giugno 2010

Bellagio

Riflessi di lago tagliano il giorno
dove i battelli attraccano e ripartono,
il cielo è a pezzi nello specchio grigio.
Le scalinate gonfie di colori
disegnano un nuovo caleidoscopio
a ogni passo mischiando souvenir
e cartoline del Lago di Como.
All'improvviso nella via fiorisce
l'ombrellino di una turista inglese:
una petunia rossa nel mattino.



Fotografia © Daniele Riva

2010

5 commenti:

Buba ha detto...

è quello che avrei dovuto vedere domenica, ma ogni volta che organizzo di venire sul lago di Como piove :(

DR ha detto...

quel sabato era variabile e ha piovigginato... comunque non è il clima che mi può fermare

Vania e Paolo ha detto...

...mi piace...quel fiorire :)
...lo si può utilizzare in tutte le località.
ciaooo Vania

claudia ha detto...

Un bozzetto impressionista. Il lago è bellezza senza tempo, sospesa. "I sassi le capre il sudore/sono fuori dei giorni/come l'acqua del lago" diceva Pavese. c.

DR ha detto...

sì, mi do molto al bozzetto recentemente... qualche amico/a dice che è perché non so dipingere e compenso