mercoledì 21 aprile 2010

Cinque ragazzi

a Moris, Fiorenzo, Patrizio e Gianpietro

Si parlava di donne e la serata
scivolava sul velo ghiacciato
dei boccali di Warsteiner, scendeva
nelle anse dei ricordi perduti,
li salvava dal certo affogamento
nella torbida acqua dell'oblio.

Cinque uomini che erano ragazzi,
cinque carriere raccontate in fretta
e giorni ripescati in una foto
che logorava i visi come carta
stropicciata nel cestino del tempo.

 

 

Jack Vettriano, “The Billy Boys”

 

2010

6 commenti:

Buba ha detto...

"Cinque uomini che erano ragazzi".... il tempo passa, si consumano la freschezza dell'età, i ricordi e le foto...... ma l'essenza, l'energia quella vera, permane.

DR ha detto...

quando anche una "minirimpatriata" diventa poesia... Buba, hai colto esattamente l'emozione che ho provato

Vania e Paolo ha detto...

...amicizia...un sentimento impagabile...e per me...inspiegabile.
ciao Vania

concetta t. ha detto...

non ricordo chi lo ha scritto , ma una volta ho letto che la vera amicizia è un sentimento "solo" maschile...
chissà se è vero....
che ci perdiamo!!!!

DR ha detto...

Ho anch'io quella sensazione: le donne hanno solidarietà, complicità, ma difficilmente amicizia.

concetta t. ha detto...

purtroppo devo riconoscere che è vero!!!