lunedì 22 agosto 2011

Ode a Bergamo

Bergamo, mia città gonfia di traffico,
scopro di amarti sempre più, attirato
a te dalle intricate ali del Fato.

Guardo le cupole che da lontano
si annunciano e il tempo è cancellato:
sono il ragazzo che andava al liceo
con il libro di greco nella borsa.

Guido nel pomeriggio sconfinato
e ti porto in cuore, cara più di allora.

 

BERGAMO, PIAZZA MATTEOTTI © DANIELE RIVA

 

2010

6 commenti:

onda ha detto...

Bergamo è anche la mia città... e non lo dico per campanilismo ma secondo me è una bellissima città.
io amo in particolare città alta, con tutte le sue strade e stradine, con i suoi monumenti, le sue torri, con il panorama bellissimo che da lì si può ammirare... e andrei avanti all'infinito...

DR ha detto...

Bergamo è una città bellissima, ricca di fascino. Io ci sono nato e ci ho studiato, quindi non faccio testo, ma Bergamo è bella, bella, bella...

Sandra M. ha detto...

Non ci sono nata e non ci ho studiato - :0) - ma condivido: davvero magnifica.
Sandra
p.s.:l'amore per i luoghi dell'infanzia accompagna sempre e fa sentire meno soli , vero?

DR ha detto...

Vero, Sandra. A Bergamo (e provincia) ho ancora tanti amici e tanti ricordi

Vania ha detto...

..piacevole da leggere.
ciaoo Vania

DR ha detto...

piacevole anche da visitare...