domenica 16 luglio 2017

Così te ne vai

Così te ne vai, e il mare torna a essere
un bacino informe oltre il frangiflutti,
elemento immobile e vano che
si incendia nelle fotografie
e incupisce nei cumuli d'inverno.

Così te ne vai, rovesciando i ruoli:
se prendi per te la parte di Odisseo
a me resta la tela di Penelope.
Del resto filo lo stesso tessuto
di parole e di continuo lo disfo.


Olbinski

DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI


2017


3 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

bella questa metafora del poeta come artigiano della parola che scrive nuovi versi ogni giorno, come tentativo di colmare l'assenza della persona amata

Buona giornata

Francesco

DR ha detto...

Sì, ho sempre amato la metafora poeta-artigiano. Del resto, l'etimologia di poesia è quella: poiesis, dal greco poièin, il verbo che indica "fare"

Buona domenica.

Daniele

Federico Caruso ha detto...

Così te ne vai...Bravo artigiano della parola.