giovedì 20 aprile 2017

La ferita della tua assenza

La ferita della tua assenza brucia
più dolorosamente nei tramonti
quando il vento tinge le tende e crea
onde sul mare aspro delle pareti,
quando gli specchi ancora si riempiono
di liquido rame ma non di te,
del tuo corpo di donna, dei capelli
spettinati, e resto a guardare il vano
riflettersi del giorno che finisce
come se fosse un vuoto dentro me.

 

Tramonto

FOTOGRAFIA DA PINTEREST

 

2017

2 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

molto belle le figure del tramonto!
magnifici e suggestivi i due versi
"quando gli specchi ancora si riempiono
di liquido rame ma non di te,"

Buona giornata

DR ha detto...

Grazie. Il tramonto mi affascina sempre.

Buona giornata