venerdì 28 aprile 2017

Il meccanismo dell’amore

Immagina una macchina da presa
che zoomi un po' alla volta sulla folla
- piccoli scatti, da una posizione
sopraelevata sì, ma laterale.

E ogni scatto in avanti si avvicina
alla folla, restringendone il campo:
diecimila persone, cinquemila,
mille, settecento, duecento, trenta...

Quando arriva a una quell’una sei tu.
E questo è il meccanismo dell’amore.

 

Rougier

MICHAEL ROUGIER, “TOKYO, 1964”

 

2017

giovedì 27 aprile 2017

Alla dogana

“Un nid de basiers fous repose
  Dans chaque coin moelleux”.

  -- Rimbaud, Poésies

Alla dogana rossa dell’amore
giungemmo con il treno dai vagoni
rosa e dai cuscini blu di Rimbaud.

Un doganiere arcigno, un amorino
con arco, frecce e bandoliera, chiese
«Voi due! Avete nulla da dichiarare?»

Ridemmo all’unisono e ci baciammo:
«Mille e mille di questi, caro Lei!»

 

Lovers

FOTOGRAFIA DA PINTEREST

 

2017

mercoledì 26 aprile 2017

Nuda è la mia anima

Nuda è la mia anima quando sto
con te - non si vela, non si nasconde
dietro maschere o manti paludati.

Perché sono io, perché sei tu, due
lati di una sola medaglia, due
tessere di puzzle che si completano.

Così è quando infinito l’amore
in essa si riversa e la riempie.

 

Fahrenkrog

LUDWIG FAHRENKROG, “TERRA E SOLE, CIELO E TERRA, BALDUR E GERDA”

 

2017

martedì 25 aprile 2017

Sera deserta

“A vivere di me, con me non passi
  queste sere deserte, resto solo,
  solo col mio silenzio come i sassi”.
  ALFONSO GATTO, Poesie d'amore

Illanguidisco nell’ultima luce
che fa splendere le mele dorate
nel giardino di Atlante del mio sogno
e conto uno per uno i desideri,
li metto in fila come soldatini,
come gli ombrelloni di una spiaggia,
quella dove vorrei essere con te
in questo preciso momento, mentre
la sera bacia la mia solitudine.

 

Tramonto

FOTOGRAFIA © JOHN NEWTON

 

2017

lunedì 24 aprile 2017

Abbandonandoci

Abbandonandoci all'onda languida
come sugheri in balia del mare,
o candidi ossi di seppia cullati
dalla corrente, lasciamo che i flutti
ci portino sulla scia del vento.
Trasognati, dolcemente spossati,
non opponiamo resistenza alcuna
al piacere soave che ci invade.

 

Lovers

CAROLINA OCINSCHI-GOGALNICEANU, “UN SOGNO PER DUE”

 

2017

domenica 23 aprile 2017

Immaginando

Immaginando quei campi di grano
come facevo un tempo, da ragazzo,
e i papaveri rossi accarezzati
dalla mano invisibile del vento.

Immaginando quell’immensità
che sa donare soltanto l’amore,
è con te che mi immagino adesso
sotto la volta azzurra del cielo.

 

Grano

FOTOGRAFIA DA TUMBLR

 

2017

sabato 22 aprile 2017

Intreccio d’anime

Il nostro è intreccio d’anime - lo stesso
sogno condiviso come un unico
lenzuolo, alimentato dagli abbracci
e dagli incontri, nutrito da fertile
pioggia d’amore, dal dorato sciame
dei pensieri, dai nostri desideri.
Ne risulta uno spago inestricabile
in cui due fili diventano uno.

 

Corda

FOTOGRAFIA © KAMMY’S CORNER

 

2017

venerdì 21 aprile 2017

Luce di miele

Il sole del tramonto cola rosso
sui muri delle case in quest'ora
che chiama alle memorie e alle speranze.

La pasta bolle sul fornello, il cuore
vaga rincorrendo nuvole frante,
alghe brune nel mare d'Occidente.

E tu sorridi da un fresco ricordo,
da un sogno addormentatosi nell'alba,
risvegliato dalla luce di miele.

 

Tramonto

FOTOGRAFIA © FAVIM

 

2017

giovedì 20 aprile 2017

La ferita della tua assenza

La ferita della tua assenza brucia
più dolorosamente nei tramonti
quando il vento tinge le tende e crea
onde sul mare aspro delle pareti,
quando gli specchi ancora si riempiono
di liquido rame ma non di te,
del tuo corpo di donna, dei capelli
spettinati, e resto a guardare il vano
riflettersi del giorno che finisce
come se fosse un vuoto dentro me.

 

Tramonto

FOTOGRAFIA DA PINTEREST

 

2017

mercoledì 19 aprile 2017

La nostra lingua

Parliamo dolcemente nella notte
e scriviamo lettere profumate,
anche i nostri pensieri hanno l’aroma
di lavanda, di giacinto e cannella.

Traduciamo aprile in narcisi e viole
e maggio in ordalia di papaveri,
giugno in lussureggianti messi d’oro
- la nostra lingua è quella dell’amore.

 

Campo di grano

FOTOGRAFIA © GRESHAM VISUALS

 

2017

martedì 18 aprile 2017

Sera di Pasqua

Sera di Pasqua, gli altri sono fuori
a giocare con le parole e il vento,
a rincorrere aquiloni e memorie.

Alla finestra nuvole di ovatta
galleggiano sul riflesso del cielo.

Io qui a inseguire un sogno infilando
versi sulla carta come perline
multicolori di una tua collana.

 

Tramonto

FOTOGRAFIA © STADSHEM

 

2017

lunedì 17 aprile 2017

Il tè in giardino

"Sarebbe dolce restar qui, con Lei!..."
-- GOZZANO, Signorina Felicita

Sogno di prendere il tè in giardino
insieme a te - romantiche figure
d'altri tempi, residui gozzaniani
in quest'epoca di velocità
e caffè inghiottiti a un distributore.

Sogno di essere per te l'Avvocato
e tu la "mia cara Signorina"
in un mondo finalmente vestito
di speranza come i peschi fioriti
di rosa nella pace del frutteto.

 

Giardino
FOTOGRAFIA DA PINTEREST

 

2017

domenica 16 aprile 2017

In questa Pasqua

I glicini tingono pergolati
e i cornioli ornamentali riempiono
i giardini con le farfalle rosa.

E noi cerchiamo un segnale di vita
in questa Pasqua, in questa primavera
che scintilla sotto il sole di aprile
e frange il sole nello specchio verde
del canale come un cenno d’intesa.

 

Glicine

FOTOGRAFIA © ADINA VOICU/PIXABAY

 

2017

sabato 15 aprile 2017

Questa poesia

La sera è scesa con dita di seta
ad accarezzare il mio viso - almeno
io ho pensato che fossero le tue
mani di donna, il tuo tocco gentile.

Non c'eri nella luce del tramonto,
nel tenue rosseggiare del balcone.
Ma eri lì, seduta nel mio cuore
a scrivere con me questa poesia.

 

Tramonto

IMMAGINE DA TUMBLR

 

2017

venerdì 14 aprile 2017

Luna di Van Gogh

Le raganelle cantano l’amore
in questa notte con la luna gialla
come in quel dipinto di Van Gogh.

La guardo ed è nell’aria questo amore,
è nella luce che frange le nuvole
del mare azzurro alto sul Levante.

È dentro me che palpita leggero
sapendo un altro cuore sul suo ritmo.


 

Van Gogh

V. VAN GOGH, “PAESAGGIO CON COVONI E LUNA NASCENTE”

 

2017

giovedì 13 aprile 2017

Notti come muri

Tra noi notti come muri si levano
ma le scavalchiamo nelle fioriere
dei sogni, saltiamo il fossato entrando
nel nostro castello di carte e nuvole.

È questo l’incanto, questo il miracolo
che collega le stelle come punti
e trasmette messaggi su quei fili
invisibili tesi tra di noi.

 

Olbinski

DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI

 

2017

mercoledì 12 aprile 2017

Minime cose

“Queste minime cose
  per noi due
  come son grandi.
  Tutte”.

  RITSOS, Erotica

A queste nostre vite parallele
doniamo il gusto di piccole cose
- il petalo di rosa stropicciato
lascia a lungo il profumo sulle mani.

Queste scintille accese nel buio,
luminose stelle, ci fanno fremere
e vibrare come fiori alla brezza
di primavera, il vento dell’amore.

 

Petali

FOTOGRAFIA © DAVIS FINEST

 

2017

martedì 11 aprile 2017

Quando non ci sei

Quando non ci sei ti aspetto perché
tu sei una parte di me, la migliore.
Non voglio dire resto nelle tenebre
perché, se anche è vero che sei la luce,
la tua fiamma mi illumina comunque:
è quel faro che scorgo da lontano
e che guida la rotta dei miei giorni.
Quando non ci sei ti aspetto e ti amo...

 

Olernik

IMMAGINE © OLERNIK

 

2017

lunedì 10 aprile 2017

La camera regale

“Ognuno di noi ha nel cuore una camera
  regale. Io l’ho murata, ma non distrutta”.

  -- Flaubert, Lettera a Amélie Bosquet

Non ho dimenticato quelle sere
- non sono più io, non sei più tu, il tempo
ha ricoperto di caprifoglio e d’edera
la nostra casa sulla spiaggia, ha sciolto
i nodi, dissestato le persiane,
verdi muffe hanno incrostato i muri.
Ma resta in piedi quel nostro santuario,
è una gran parte di noi: solamente
i vigliacchi rinnegano il passato.

 

Woodman

FOTOGRAFIA DI FRANCESCA WOODMAN

 

2017

domenica 9 aprile 2017

Vorrei

Vorrei - so che le parole si infrangono
quali bolle di sapone, che scoppiano
dopo avere volato miglia e miglia
come palloncini lanciati in cielo.

Vorrei - questo è il mio mantra, la risposta
a tutte le tue e le mie domande,
la vernice a colori per dipingere
i sogni che insieme costruiamo.

 

Wish

DISEGNO DA TWITTER

 

2017

sabato 8 aprile 2017

La matematica dell’amore

Come segni matematici siamo
ma la matematica dell’amore
è ben strana: se uno più uno fa
talvolta due però la somma è esatta
solamente quando restituisce
per risultato uno - allora le azzurre
tende della poesia si muovono
nel vento e la felicità non sembra
più un miraggio in mezzo al deserto.

 

Amore

FOTOGRAFIA © DYLAN & SARA

 

2017

venerdì 7 aprile 2017

Viaggio in aprile

Nell’aria dolce di aprile fioriscono
glicini sulle cancellate, lampi
viola lungo la strada provinciale.

Così come i pruni che ingentiliscono
i viali di nuvole bianche e i campi
di tarassaco e erba officinale.

Si attraversa un museo ininterrotto
passando da Monet a Seurat a Van Gogh.

 

Van Gogh--Orchard In Blossom
VINCENT VAN GOGH, “FRUTTETO IN FIORE”

 

2017

giovedì 6 aprile 2017

È amore questa vela

È amore questa vela che ci porta
nel libeccio dei giorni superando
le secche e le bonacce, che ci guida
tra i canti delle sirene e le circi
che vogliono trasformarci e dividerci.

È amore questa vela che nel vento
dell’alba illumina il primo pensiero
e si tramuta in nave d’Argonauta
per traghettarci nel mare notturno
e volare leggera dentro i sogni.

 

Kush

DIPINTO DI VLADIMIR KUSH

 

2017

mercoledì 5 aprile 2017

Parvenze

Queste parvenze, così reali al cuore,
questo donarsi viole del pensiero
e il tintinnio di campane a vento,
non possono essere solo illusioni.

Come il segno tracciato con il dito
sul vetro appannato dall’inverno
riemerge alla pioggia di primavera,
così un giorno o l’altro si avvereranno.

 

Vetro

FOTOGRAFIA DA TUMBLR

 

2017

martedì 4 aprile 2017

Hai cullato la notte

“Anche quando dormiamo
  vegliamo l’uno sull’altra”.

  PAUL ÉLUARD

Hai cullato la notte per me, amore.
L’hai presa in braccio con tutte le stelle
e la perla brillante della luna
e le hai cantato i sogni di Chagall.

Ho curato la notte per te, amore.
Le ho rimboccato bene le coperte
e le ho lasciato un bacio sulla fronte
perché dormisse lieta come un angelo.

 

Notte

DISEGNO DI DANIELLA LARKIN

 

2017

lunedì 3 aprile 2017

Notte di aprile II

Al bicchiere di cognac della luna
ho legato stasera i miei pensieri
- non li vedi quei fili colorati
che scendono dai due corni di bronzo?

Alzati sulle punte, riesci a prenderli?
Ogni nastro è un bacio che ti mando
da questa notte di aprile odorosa
di lillà e nostalgia di te.

 

Luna

IMMAGINE DA PINTEREST

 

2017

domenica 2 aprile 2017

Ragione e amore

Spesso tra noi si ragiona d’amore
- come se ragione e amore non fossero
un ossimoro posti fianco a fianco
e collegati nella stessa frase.
Eppure dibattiamo di quel turbine
che sconvolge le nostre vite, stiamo
ore a parlare di questa follia
come due rimasti ciechi perché
hanno guardato troppo a lungo il sole.


 

Staring

CARL CAMPO, “STARING AT THE SUN”, PART.

 

2017

sabato 1 aprile 2017

Il poeta e la ballerina

Volteggia attorno a questo sogno, mia
ballerina, fai danzare le braccia
come leggere ali di farfalla.

Io ho strappato le spine alla rosa
del mio cuore e te la dono ridendo.
Sono un poeta, uno spacciatore
di illusioni vestito da Pierrot.

Soltanto l'amore ci salverà.

 

Olbinski

RAFAL OLBINSKI, “INTROSPEZIONE ESPLICITA”

 

2017

venerdì 31 marzo 2017

Carpe occasum

Cogli il tramonto e le sue margherite
e rotola nell’erba come il cane
che fa festa a un’altra primavera.

Lascia che la luce ti imbeva tutto
come la maglia abbandonata al prato,
nuota nell'oro liquido del sole.

E non ti serve torturare i petali
per sapere quello che il cuore sa
già benissimo: «Stupido, lei ti ama!»

 

Margherite

FOTOGRAFIA © ODISSEY

 

2017

giovedì 30 marzo 2017

I pioppi

I pioppi che vedo dalla finestra
si sono improvvisamente vestiti
di verde, dissetati dalla pioggia,
nutriti dal sole di primavera.

Li guardo e penso che il nostro amore
è esploso proprio alla stessa maniera:
da un giorno all’altro, senza neanche accorgersi,
alimentato da sogni e parole.

E adesso svetta, bello come i pioppi.

 

Monet

CLAUDE MONET, “PIOPPI SULL’EPTE”

 

2017

mercoledì 29 marzo 2017

Prime sere con l’ora legale

L’incendio che fa gialla la finestra
è la sorpresa delle prime sere
con l’ora legale - un divampare
di fiamme a occidente dietro le tende.

E ne riverbera tutta la stanza,
divenuta uno scrigno d’oro e rame
- così fa radiosi gli innamorati
la dolcissima luce dell’amore.


Tramonto nella stanza
FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA

2017

martedì 28 marzo 2017

Ninfa e fauno

Fuori cantano i merli - si è svegliato
il mattino che chiama primavera
e quell’eco di fonti da lontano
penetra la luce di questa nostra intimità.

Ninfa e fauno, riposiamo nel prato
delle lenzuola, ancora storditi,
inebriati dal canto, dal fiorito
richiamo della stagione più bella.

 

Ninfa

ALEXANDRE CABANEL, “NINFA E SATIRO”

 

2017

lunedì 27 marzo 2017

Nella più segreta stanza

Mi hai fatto entrare nella più segreta
stanza del tuo cuore, hai spalancato
le finestre dopo tanti anni e il mio
sole ha fatto scintillare di nuovo
le dorature, ha riacceso i cristalli
di riflessi, ha illuminato ogni cosa.
Hai tolto dai vasi i fiori appassiti
e vi hai messo narcisi per me...

 

Narcisi

FOTOGRAFIA DA PINTEREST

 

2017

domenica 26 marzo 2017

New York Dream

Abbiamo un sogno di grattacieli
newyorkesi - i taxi per le strade,
la folla delle avenues e l’oasi
di Central Park. È lì che ci vediamo,
un giorno che non ha nome né tempo
ma resta addormentato dentro noi
simile a una creatura mitologica.
È lì che siamo adesso, ce ne andiamo
tenendoci per mano tra la gente,
storditi dalla luce e dall’amore.

 

Manning

RUANE MANNING, “NEW YORK STROLL”

 

2017

sabato 25 marzo 2017

Notte solitaria

Sussurro il tuo nome alle stelle, un mantra
d’amore in questa notte solitaria.
E ti sento vicina - qui, nel cuore,
tu lo sai che ci sei sempre, seduta
comoda a sorseggiare tè, la stanza
profumata di sapone e lavanda.
Sussurro il tuo nome, come un ragazzo,
e sembra che Sirio brilli di più.


 

Notte

IMMAGINE DA TUMBLR

 

2017

venerdì 24 marzo 2017

Restare qui sdraiati

Restare qui sdraiati, abbandonati
alla calma dei respiri uniti
- la tua testa sul cuscino del braccio,
il mio collo offerto alla tua mano...

I nostri desideri sono piccoli
brandelli di tempo immobile, attimi
di una tranquilla felicità strappati
alla vorace fame dell’eterno.

 

Sdraiati

FOTOGRAFIA DA PINTEREST

 

2017

giovedì 23 marzo 2017

Sera di marzo II

Penso a te mentre siedo qui, di guardia
ai miei sogni - la luna si distilla
nell’alambicco oltremare del cielo,
la notte porta effluvi di magnolie.

Le nostre assenze adesso si compenetrano,
diventano un grumo di nostalgia
- il desiderio è una stella che sembra
vicina ma che non riesco a sfiorare.

 

stock-photo-187310367

FOTOGRAFIA © JASON LEE/500PX - BY-NC-ND

 

2017

mercoledì 22 marzo 2017

Il coraggio leggero dell’amore

Forse temevo l’amore - e temevo
la vita, sì, Bertrand Russell dei Baci
Perugina - avevo davvero paura
di abbandonarmi, di lasciarmi andare
come un acrobata senza la rete.
Sbagliavo, ovvio, e ora che sono in volo
ho il coraggio leggero dell’amore
e la mia amata pronta ad afferrarmi.

 

Schloe

CHRISTIAN SCHLOE, “TRA NOTTE E GIORNO”

 

2017

martedì 21 marzo 2017

Un profumo di magnolie

Mi ha sorpreso un profumo di magnolie
nella sera fresca di primavera
- mi aspettavo il lezzo chimico e marcio
dell’inceneritore, come sempre.
E mi sono sentito il Marcovaldo
di Calvino, ingenuamente stregato
da quell’essenza dolce e speziata.
Ho guardato le stelle, si scorgevano
a stento: inquinamento luminoso.

 

Magnolia

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA

 

2017

lunedì 20 marzo 2017

Nuvole veneziane

A queste nuvole uscite da un quadro
di Francesco Guardi manca Venezia
- non cupole o palazzi le sorreggono
ma un giro di colline che fa verdi
ormai la primavera.
                                Le campane
a vento soffiano l'aria di marzo
in un vetro di Murano - è soltanto
la pozzanghera che invece di gondole
ospita un ovale pezzo di cielo.

 

Guardi

FRANCESCO GUARDI, “ISOLA DI SAN GIORGIO MAGGIORE”

 

2017

domenica 19 marzo 2017

La bandiera del sogno

Tu danzi con il vento e con la luna
- almeno questo è quello che la mente
ti assegna stasera - e nere gondole
portano a spasso il mio romanticismo
tra le stelle che trapuntano il cielo.

E starai invece stirando blue-jeans
o infilando dei panni nel cestello
della lavatrice - ma, tu lo sai,
qui sventola la bandiera del sogno.

 

Rafal Olbinski Tutt'Art@

RAFAL OLBINSKI, “LA GIOCONDA”

 

2017

sabato 18 marzo 2017

La mia spalla

La mia spalla è il nido del tuo amore
- posa la testa e riposa nel golfo
sicuro del mio petto, abbandona
le preoccupazioni, lascia volare
via tutti i pensieri come farfalle
o pipistrelli nella notte scura.
Qui per noi splenderà sempre il sole
e la terra dà fiori a primavera.

 

BERT HARDY, “LOVERS, SUNDAY MORNING AT CHAMPS-ÉLYSÉES, 1951”

 

2017

venerdì 17 marzo 2017

Duetto

Tu sei l’altra voce di questo duetto
in cui di continuo ci facciamo
il controcanto - equilibrio è l’amore,
bilanciarsi l’un l’altro è necessario
per non cadere, non precipitare
dal filo teso. E quando i nostri unisoni
risuonano, allora vibra con noi
la melodia di cristallo del mondo.

 

Lorusso

JOSEPH LORUSSO, “LOVERS”

 

2017

giovedì 16 marzo 2017

Un solo sole

Legammo i nostri cuori con un nastro
rosso - farfalle lievi volteggiavano
nell’aria, candidi fiocchi di neve
che mai si posavano sul terreno.

Sorgiamo nel giorno ora, un solo sole
fuso nel crogiolo dei nostri corpi,
l’unione dei fuochi d’oriente che
divampano nel braciere dell’alba.

 

Lovers

FOTOGRAFIA DA TUMBLR

 

2017

mercoledì 15 marzo 2017

Boschi di primavera

Sorridono i boschi alla primavera
con i loro denti di cane e un gusto
di terra smossa - usciamo dove il sole
si diverte a dipingere riflessi
sull’acqua quasi ferma della diga.

È tempo di abbandonare il letargo
dell’inverno, di donarsi alla vita
come a un’amante focosa - è quello
che ci chiede invitandoci con questo
inebriante profumo di narcisi.

 

Dente di cane

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA

 

2017

martedì 14 marzo 2017

La luce di marzo

Tu lascia entrare la luce di marzo,
il suo gusto di fiori e di favonio
- lontano ancora è il colorato sfarzo
di aprile, il lussuoso matrimonio
del cielo e della terra a primavera.
Tu cogli questa luce che rinasce
e grida forte al mondo nella sera
la sua vita come un bambino in fasce.

 

Whisson

COLLEY WHISSON, “UN MOMENTO DI MARZO”

 

2017

lunedì 13 marzo 2017

Con te potrei parlare

Con te potrei parlare di ogni cosa,
di come timido misi su un treno
i miei quattordici anni, delle volte
che piansi per l’angoscia di partire,
dei miei onori, dei miei fallimenti,
della dolcezza del mare al tramonto,
della luce che raccolgo nel secchio.
Ma preferisco restare in silenzio
e tenerti stretta tra le mie braccia.

 

Couple hug

IMMAGINE DA “PRETTY LITTLE LIARS”

 

2017

domenica 12 marzo 2017

Gusto d’archeologo

Questo mio gusto d’archeologo, questo
mio poetico ricostruire e intarsiare
perdute tessere della memoria,
mosaici di giorni oramai sbiaditi,
impolverati, incrostati di tempo,
è forse l’unico modo sicuro
che resta di comprendere le cose.
Come il cieco che procede tastoni.

 

Archeologo

GIORGIO DE CHIRICO, “L’ARCHEOLOGIO”

 

2017

sabato 11 marzo 2017

In questa notte di luna

Travalichiamo lo spazio, lo sai
- solo addentrandoci nell’infinito
ci incontriamo, siamo stelle brillanti,
due pianeti solamente presunti.

Così i nostri corpi possono essere
lontani, ma le anime, i pensieri
sono insieme in questa notte di luna
si abbracciano e si tengono per mano.

 

Luna

IMMAGINE DA TUMBLR

 

2017

venerdì 10 marzo 2017

Notte senza te

In questa notte nata senza te
conto le stelle e incido i miei segreti
sulla scorza rugosa della luna.

Il mio cuore, il tuo cuore ne contengono
tutta la luce che goccia sul prato
il suo inutile nettare d'argento.

So che mi stai pensando in qualche luogo
in qualche stanza oltre le case buie
- e pensarti, in fondo, è essere con te.

 

Luna

IMMAGINE DA TUMBLR

 

2017