sabato 10 settembre 2016

Dalla tua anfora

La parola sgorga dalla tua anfora
- è la vita che sorge, un infinito
racchiuso dentro un granello di polvere.

Alcuni dicono che sei l'amore,
e nessun altro nome si può darti
se non quello che affiora dalle acque.

Tu sei il fiore che vibra sul vulcano,
la palma aperta su cui offri il bacio.
Sei la voce che trema in me, poesia.

 

300480

JEAN-AUGUSTE-DOMINIQUE INGRES, “LA SORGENTE”

 

2016

3 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

fonte fresca e lieta che rende il quotidiano una poesia e fa della vita stessa dell'uomo una lunga poesia
Ti auguro una buona giornata

Federico Caruso ha detto...

Che belle metafore...Per noi la poesia è tutto,l'acqua,il fiore.Complimenti e buon sabato!

DR ha detto...

Grazie, ragazzi. Buon sabato e lunga vita alla poesia!