martedì 21 luglio 2015

Terrazza

Attraversa il verde del giardino
la lama di luce, accende l’ibisco
di sfumature d’oro - la terrazza
è un’oasi di pace, è il buen retiro
dove il lontano passare di un treno
è una promessa sospesa nell’aria
con il suo acre sentore di salsedine.
Il vento, come un vecchio amico, viene
a trovarci verso sera portando
in dono un mazzo di nuvole rosa.

 

sul-patio-guido-borelli

GUIDO BORELLI, “SUL PATIO”

 

2015

4 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

Aspetto le tue poesie quotidiane con molto interesse, per iniziare la giornata con leggerezza. Oggi alla leggerezza hai aggiunto un tocco speciale.
Caro Daniele, i versi finali sono meravigliosi e inarrivabili!
Ti saluto con ammirazione.
Francesco

DR ha detto...

Ti ringrazio, Francesco.

Curo molto le chiuse, con l'obiettivo di lasciare qualcosa nella mente dopo aver letto la poesia. Qualche volta riescono ad effetto, altre no.Questa mi soddisfa molto.

Buona giornata

Daniele

Federico Caruso ha detto...

Mi ricorda il porticato di casa mia,con il giardino dove passo delle belle serate in armonia con le stelle e la luna...Bei versi complimenti.

Un caro saluto!

DR ha detto...

Evidentemente è una storia condivisa. Tutti abbiamo bisogno di un posto dove rilassarci e soprattutto ovviare a questo gran caldo.

Saluti!

Daniele