venerdì 29 maggio 2015

Venere sull'araucaria

Si è accesa Venere sull’araucaria,
in quell’ultimo azzurro che il crepuscolo
dona alla terra tra il tramonto e il buio
come il bacio lasciato dall’amata.

La bellezza del cielo è assoluta:
chi lo osserva pensa con poesie,
alza lo sguardo pieno di stupore
e parla d’amore con l’universo.



FOTOGRAFIA © INDIANA PUBLIC MEDIA

2015

2 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

vivo quest'emozione tutte le sere chiare che accompagnano la mia vita.
La visione di Venere nel cielo è una poesia di cui non ho ancora trovato le parole, come invece hai fatto Tu, in un modo impareggiabile!
ciao
Francesco

DR ha detto...

Ti ringrazio. Sono innamorato di quella stella dai giorni del ginnasio, quando tradussi il celebre frammento di Saffo sulla stella della sera. È la prima stella che si accende, è l’astro cui gli innamorati lontani affidano i pensieri, è... bella! Ecco perché spesso entra nelle mie poesie.

Ciao.

Daniele