martedì 12 maggio 2015

Giorni di maggio

I giorni si susseguono, li ammasso
e ne faccio ricordi - tu mi parli
di persone che non conosco e dici
che il tempo è un rapido giro di giostra.

Intanto il cielo di maggio non sa
che vestito indossare - la memoria
gli assegna un azzurro sul fogliame,
sotto le nuvole c’era Merano.

 

f2e260de89d883000dccf71a16252cb5

VINCENT VAN GOGH, “PAESAGGIO DI SAINT-RÉMY”

 

2015

3 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

Sono ritornato a rileggere questi versi per il piacere di sentire la freschezza del dubbio. Il verso in questione è l'inizio della seconda quartina, dove il cielo non sa che vestito indossare. E' una piacevole lettura che porta sempre emozione.
Con caro saluto d'ammirazione
Francesco

DR ha detto...

Maggio mi lascia queste sensazioni, che non so descrivere altrimenti: è la dolcezza malinconica di un amore giovanile, è il primo mese di naja, è l'incertezza che caratterizza il mese. Ha sempre avuto questa valenza.

Ringrazio e saluto anch'io calorosamente

Daniele

annamaria ha detto...

La memoria del tempo, la memoria del domani,
la memoria di ieri e di oggi,dei volti che scolirscono alla sera, dei nostri passati desideri,di coloro che sono andati avanti,verso il consueto approdo.....
(poesieinsmalto)