mercoledì 29 ottobre 2014

Nel vento

“Te manderè col vento una canson”.
BIAGIO MARIN, Solitàe

Sì, ti manderò nel vento dell’alba
una poesia, la affiderò alla brezza
come un soffione di cento parole,
come i petali di un ciliegio in fiore.

O forse ti spedirò nel grecale
del tramonto i miei baci più caldi
perché tu, sentendoti accarezzata
sul volto, ti volga all’improvviso.

 

Kush

VLADIMIR KUSH, “DIARY OF DISCOVERIES”

 

2014

4 commenti:

Francesco Casuscelli ha detto...

gentile affidi la tua poesia al vento,
portando lontano il sentimento
e nello sguardo catturi quel momento

piacevole lettura
Francesco

DR ha detto...

la poesia va nel vento...

Grazie
Daniele

Vania ha detto...

..e mi ricorda ...https://www.youtube.com/watch?v=TkDE23CvIro

ciaoo Vania:)

DR ha detto...

Vero... Preso! ;-)