mercoledì 3 luglio 2013

Fuoco greco

“Credi di riconoscere la traccia”
ALESSANDRO PARRONCHI, Lido

Taglia la cera intorno alla ferita:
il tempo è un piccolo vuoto di luna,
ti lascia al buio e solo vaghe stelle
ti consentiranno l’orientamento.

Ma brucia ancora la tua nostalgia,
è un fuoco greco che non riesci a spegnere
e più tu cerchi di dimenticare
più divampa splendido il ricordo.

Vagando nei boschi della memoria
ti perdi in un labirinto di idee,
confondi l’accaduto con il sogno.

Quando ti volti indietro, scorgi solo
ombre che un giorno amasti più di te.

 

Fuoco greco

BEN & SHERMAN, “GREEK FIRE”

 

2006

6 commenti:

ladynight ha detto...

una nostalgia descritta con parole semplici, ma perfette

un sorriso di buona giornata.

DR ha detto...

ricambio il sorriso

Asia ha detto...

Splendida. Nessun altro aggettivo mi viene in mente. Ciao, asia

DR ha detto...

Grazie, Asia...

Vania ha detto...

"divampa" la poesia qui :)

ciaoo Vania:)

DR ha detto...

brucia sempre, arde di continuo la poesia... si spera