mercoledì 27 luglio 2011

Scrivo poesie

«Ah, così tu scrivi poesie...» mi dice
e la sua faccia è di uno che ha saputo
che hai un inenarrabile vizio,
che spilli le farfalle ancora vive
o baci le ragazze sulla nuca.

Se distolgo lo sguardo è per pudore,
per non dirgli che il mondo  non capisce
la bellezza e che, quando la trova,
non sa fare altro che violentarla.

«Scrivo poesie» rispondo «per sentire
la realtà fremere nelle mie mani».

 

Fotografia © DR

 

2011

5 commenti:

lili ha detto...

"per sentire la realtà fremere nelle mie mani"

Daniele, i tuoi versi mi emozionano.

DR ha detto...

grazie, è un complimento bellissimo: perché se l'emozione che ho provato io arriva a chi legge, allora sono sulla strada giusta

Vania ha detto...

...che dire....hai scritto in modo coinvolgente/coinvolgendo.
ciao Vania



...mi piacerebbe vedere un verso scritto in quella moleskine/taccuino.:)

DR ha detto...

Sono tutti quelli pubblicati qui, Vania (e riempiono molte Moleskine)

Vania ha detto...

...non era leggere...ma VEDERE ;))
ciaoo Vania