venerdì 18 marzo 2011

Il tempo e l’oblio

Non resto  più sul balcone a guardare
la notte accendersi sulle colline
d'inverno, sciogliersi in un fiato di stelle
attraversato dagli aerei per Orio.

Come edera sui muri di una casa
mi hanno avvolto il tempo e l'oblio:
ora siedo con i miei fogli bianchi
alla luce tranquilla della lampada
e non ti penso, non ti penso più.

 

La camera di Thomas Hardy © Dorset County Museum

 

 

2011

3 commenti:

Vania ha detto...

...che rafforzativo finale.
ciao Vania

DR ha detto...

efficace...

Neve ha detto...

e getto via i ricordi e tutto ciò che li evocherebbe...bella poesia!!