giovedì 31 marzo 2011

I venditori di rose

I venditori di fiori la sera
spuntano come funghi variopinti,
insistono per venderti una rosa
che è oramai già sul punto di sfogliarsi.

E non lo sanno che ben altro simbolo
attende il nostro amore, così vivo,
così fresco, non sanno che per noi
dovrebbero portare rose in boccio.

 

Fotografia dal web

 

2011

4 commenti:

lili ha detto...

"non sanno che per noi
dovrebbero portare rose in boccio"

Amore fresco, giovane, delicato.. pronto a fiorire per sfoggiare tutta la sua bellezza ed emanare il suo profumo.
Bellissimo, Daniele!

Vania ha detto...

...colorata.:)
ciaoo Vania


...anche profumata :)

DR ha detto...

Voglio segnalare la curiosità di come sia nata questa poesia: dopo la presentazione milanese di "Uno, doje, tre è quattro", sono andato a cena con i miei amici. Intanto che aspettavamo altra gente fuori dal locale, in una mezz'oretta sono passati quattro o cinque venditori di fiori cingalesi o pakistani, anche piuttosto insistenti...

lili ha detto...

..allora benvengano queste insistenze, visto che t'ispirano versi tanto belli! :-)