giovedì 10 febbraio 2011

Il calicanto

Profuma il calicanto dentro il vaso,
i poeti greci parlano d'amore
e il giorno con lentezza va sciogliendosi
nel bicchiere rosato del tramonto.

Ghiorgos Seferis disegna il tuo viso
e nelle sue parole io intaglio
in questi giorni freddi la tua assenza,
stordito dall'aroma di quei fiori.

 

Irma Bernasconi, “Ramo di calicanto”

 

2011

6 commenti:

Vania ha detto...

...ha parte la poesia...amo il profumo di calicanto...che io chiamo calicantus...non sò se sia giusto...:))...pensa...alle superiori una mia amica era venuta a scuola con un profumo simile...e da allora l'ho conosciuto ..... e ho portato quel profumo per anni...e anni...e ancora in armadietto ne ho una piccola boccetta.:))
...insomma...robbbbbbe da femmmineeee :))))))))))
ciaooo Vania

DR ha detto...

"Calychantus" è il nome scientifico e probabilmente dialettale, visto che anche mia mamma lo chiama così. il suo profumo è certamente la cosa che più si nota. I fiori sono insignificanti, ma sono i primi dell'inverno.

Vania ha detto...

Danieleee.....scrittore...la a con H :((((((((...:))))

DR ha detto...

ho pensato a un refuso...

Vania ha detto...

...refuso...what ???....:))
...ho capito !!!
ciaoooo Vania

Lux ha detto...

http://www.cavernacosmica.com/le-virtu-del-calicanto/