lunedì 29 novembre 2010

Anna che dice

Anna che dice “Guarda il mare” e ride,
poi certe frasi sembrano diverse
uscendo dalla sua bocca dipinta
d’un tenue rosa come le ciliegie
ai primi tiepidi giorni di maggio.
Anna che dice di quella sua gonna
e con gesti studiati quasi recita
la sua parte simpatica di donna,
quella sua gonna di pizzi e lustrini,
nero ed oro sul bronzo e l’incarnato.
Anna che dice e parlando s’imbroglia
incespicando su certe parole:
sembra quasi ebbra, sì, ebbra d’amore.



image

1995

3 commenti:

Vania ha detto...

...dal "freddo" di ieri...al "caldo" di oggi.:)

...bella anche la scelta della foto.:)
ciaoo Vania

DR ha detto...

ci si difende dal freddo pensando al caldo... la foto esprime bene quell'essere sbarazzina di Anna

Buba ha detto...

questa poesia farebbe impazzire la giuria del Premio di Poesia della mia città ! superlativa :)