lunedì 27 settembre 2010

Presagio d’autunno

La pioggia scende lungo i cornicioni
e l'autunno presenta già il suo conto,
una sciarada di scarpe bagnate
e gocce luminose sugli ombrelli.

Il suo presagio irrompe in un risveglio
appesantito dal cielo più basso,
dall'urlo del vento in mezzo ai pioppeti.
Nella strada allagata ora fioriscono
le cerate arancioni di operai.

 

Fotografia © S. Carroll

 

2010

4 commenti:

Vania e Paolo ha detto...

...torno ora dal mercato...con la pioggia...davvero presagio d'autunno ...ma tutto comunque continua:)

bravo.
Ciaoo Vania

DR ha detto...

Belli i mercati: mi piacciono moltissimo.

Ormai comunque è autunno...

Buba ha detto...

non ti dico venerdì come sono tornata a casa..... l'ho presa tutta..... mai stata slavata così in vita mia :(

DR ha detto...

eh, pioveva proprio tanto... anche stamattina. Il bello è che poi esce subito il sole, quasi una beffa, a regalare tramonti meravigliosi