venerdì 24 settembre 2010

In sospensione dentro scialbi cieli

I fantasmi del vento sono voci
portate come foglie già cadute.
La tortora che si infila nel verde
dove un cavo del telefono cuce
il cielo al rosa antico delle case
non se ne cura e segue la corrente.

Dovrei ascoltare i suoi saggi consigli,
lasciarmi scivolare nella vita
con la leggerezza della sua ombra.

 

Fotografia © Willie Lunchmeat

 

2010

4 commenti:

Vania e Paolo ha detto...

...scivolano molto bene queste parole di settembre.
Bravo.
ciao Vania

DR ha detto...

parole leggere... sospese come la dolcezza nell'aria

Asia ha detto...

Settembre: un luogo di tenera accoglienza per i tuoi pensieri. Questo è stupendo. Complimenti Renoir. Asia

DR ha detto...

Grazie, Asia... conosco la tua sensibilità alla Emily Dickinson