martedì 3 agosto 2010

Pioggia di sera II

Leggo poesie ascoltando la pioggia
cadere sui carpini, sulle fiamme
verdi degli aceri, sul chiaro ulivo.
A ponente veleggiano le nuvole veloci,
velieri e caravelle verso sud
in un mare dorato e scintillante.
Ad est riverberano terre magiche.
Anche Juan Ramón Jiménez lo sa:
«L'oro stillante d'oggi, puro e chiaro...»



Cristopher Young, “Morning rain”

2010

3 commenti:

Buba ha detto...

e così sei al mare..... bene..... io conto i giorni, ma il pc non l'ho porterò, a casa ho il fisso .... e poi ho bisogno di disintossicarmi ... ci sto tutto il giorno anche per lavoro

Vania e Paolo ha detto...

...al mare...???:)..bene...rilassati.

...mi piace molto la foto....ma mi dà un 'impressione/sensazione autunnale...quelle sere che senti le auto che passano e sei contento di essere dentro casa.:)

...leggero di Ramòn...mi sembra bello il verso inconcluso.
ciaoo Vania

DR ha detto...

@Buba, il portatile solo lo stretto necessario, per aggiornare i blog e leggere i commenti e dare un'occhiatina su FB, mezzora prima di pranzo e mezzora prima di cena. Mi devo disintossicare anch'io

@Vania, quando piove sembra sempre un po' autunno. Questa è dell'ultima pioggia, ho caricato un po' di post sui blog prima di partire, ma li posso sempre cambiare in corsa... Jiménez è un grandissimo poeta, è tra i miei preferiti ( e non solo perché gli hanno dato il Nobel)