giovedì 19 agosto 2010

Assaporo l’estate

Con il mento appoggiato sulla mano
e gli occhi chiusi, assaporo l'estate:
so di preciso ogni foglia verde,
sono conscio di ogni movimento,
del filo di vento che suona i pioppi
e agita i panni stesi ad asciugare.

Anche l'amore è così: riconoscersi
senza vedersi, senza essere insieme.

 

image

Tony Bianco, “Summer lane”


2010

8 commenti:

nidia ha detto...

'sapere le foglie' 'suonare i pioppi': la poesia puo' tutto

DR ha detto...

perché va al di là del visibile, interpreta la realtà per comprenderla

Vania e Paolo ha detto...

..."gustosa" poesia.:)

...speriamo di riuscire ad assaporare ogni stagione.:)

Ciaoo Vania

DR ha detto...

sì, Vania, ma l'estate... senza nulla togliere ai colori dell'autunno e al fiorire di primavera

Vania e Paolo ha detto...

..hai ragione.:)
ciaoo Vania

concetta t. ha detto...

Mi sembra di vederti...sorridi...
:-)

Asia ha detto...

Caro Ami, questioni di feeling. Renoir, per favore, lasciami l'autunno. E'la mia stagione.

DR ha detto...

stavo proprio sorridendo nell'ombra quando mi è venuta l'ispirazione di questa poesia, un pomeriggio caldo prima delle grandi piogge...

Asia, l'autunno è festa di colori: c'è poesia anche lì