venerdì 28 maggio 2010

Sera di maggio nel giardino

Nel giardino regna l'oscurità,
i vapori di sodio dei fanali
illuminano foglie, le rivestono
di una luce leggera e misteriosa.

Nella brezza che scende dalle valli
è la memoria a scrivere colori,
a indovinare i nomi delle cose.

E la parola evoca il tuo ricordo,
ne fa poesia nel volo delle lucciole.

 

 

Joan Miró, “ Dona i ocella en la nit”

 

 

2010

4 commenti:

Vania e Paolo ha detto...

..è molto tenera/dolce questa poesia.
...mi piace molto l'abbinamento del dipinto.
Ciao Vania

Asia ha detto...

Un ritratto sensibile della tua anima. Immagini tenere. Complimenti Renoir.

DR ha detto...

ciao, Vania e ciao, Franca

un po' di mistero, un po' di poesia... il dipinto mi è sembrato subito adatto

concetta t. ha detto...

mi piace tanto tanto!!!!