lunedì 26 aprile 2010

Sole rosso, luna gialla

Sole rosso, canne di bambù, case
lontane disperse nella foschia,
e fischia un treno dalla ferrovia.

Adesso l’Occidente è tutto un fuoco
ed in quel cielo di velluto salgono
grida di bimbi, giochi di ragazze.

Luna gialla, aghi di pino, le grate
immobili nel buio, abbaia un cane.
E l’Oriente è un calmo fruscio di vento.

 

Immagine © Bowman Images

 

1989

5 commenti:

Vania e Paolo ha detto...

...magica atmosfera.
...molto particolare la foto.
Ciao Vania

Buba ha detto...

la calma al tramonto e rumori lontano, tutto infonde una splendida tranquillità

DR ha detto...

il fascino della poesia è nella sua età... è più che maggiorenne ormai

Asia ha detto...

Portati senza peso e con la leggerezza di una libellula con i suoi 28mila occhi per guardare...ammirare e predare in volo.

zoé ha detto...

Bellissima immagine .. davvero magica la poesia :)