giovedì 8 aprile 2010

Sky is crying

Guido nel traffico sotto la pioggia
in un caleidoscopio di riflessi
e la radio dice che ti amo ancora,
lo canta con parole americane.

Fioriscono gli ombrelli lungo i viali
tra le case annerite dallo smog.
Frizione, freno, acceleratore,
ma adesso sei nel cuore e il tuo ricordo
canta “Sky is crying see the streets full of tears”.


 image

Fotogtafia © Baraza


2010

6 commenti:

Buba ha detto...

pioggia come lacrime che scendono su di noi senza però lavar via i ricordi.... una poesia "on the road"..... quando l'ispirazione ti coglie di sorpresa incolonnato nel traffico !!!!!

DR ha detto...

prima di Pasqua... adesso splende un sole assoluto, è davvero primavera...

concetta t. ha detto...

accendo la radio in macchina solo quando voglio entrare in contatto con me stessa , e spesso mi capita di sentire quello che "sento"...
coincidenze? forse si!
belle però....
bello anche rileggersi nelle poesie...

DR ha detto...

ci sono volte in cui la radio sembra leggere i nostri pensieri, o forse, più prosasticamente, siamo noi che adattiamo alla radio i nostri pensieri

Vania e Paolo ha detto...

...ehi...qui c'è il sole...:)
ciaooo Vania

concetta t. ha detto...

in "Caos calmo" c'era qualcosa del genere...