sabato 10 aprile 2010

Poetessa

La donna che canta macchie d'inchiostro
ne trae poesie che legge a un cielo cupo.
Accavalla le gambe e accende sguardi
pungenti come spille su farfalle.

Infilzati sulle sedie di vimini
pendiamo dai suoi occhi, dai suoi pizzi,
piccoli stracci vuoti senza peso
caduti all'ombra delle sue parole.

 

Pablo Picasso, “Testa di donna”

 

2010

8 commenti:

zoé ha detto...

Splendida .....

concetta t. ha detto...

Un' immagine...intrigante!
Picasso ci sta benissimo!!!

DR ha detto...

la poetessa è patrizia Valduga, e ci somiglia anche al ritratto di Picasso

DR ha detto...

un video

Buba ha detto...

è vero, le somiglia ! :D

Vania e Paolo ha detto...

...pura essenza...

bravo Vania

concetta t. ha detto...

comunica la sua commozione..

Asia ha detto...

Piccolo Renoir, magnifica.