venerdì 23 aprile 2010

L’incanto del mattino

Il piccolo presepio cittadino
appollaiato sul colle di Bergamo
è bellissimo nel sole di aprile.

Da lassù si può gettare lo sguardo
alla campagna, seguire i fiumi
snodarsi, discendere verso il Po.

Qui seguo i miei ricordi per le vie
do nomi nuovi alle antiche emozioni,
rinnovo il gusto del pane con l'uva.

E si riforma come per magia
il volto di una ragazza carina:
eccoti giungere dalle remote
lande del tempo e del sogno. L'incanto
del mattino ha il tuo passo in Via Sant'Orsola.

 

Fotografia © Giorgio De Salve Ria

 

 

2010

4 commenti:

Buba ha detto...

un panorama senza tempo con il gusto delle cose antiche....

Vania e Paolo ha detto...

...quanti dettagli emozionanti...per questo incantato mattino.:)
ciaoo Vania

Gabe ha detto...

ciao ,di blog in blog ti ho trovato.fresche e immediate le tue poesie,complimentiGraziella

DR ha detto...

Allora, tanto per cominciare, benvenuta a Graziella.

Poi un saluto a Vania e Roberta: Bergamo è la città dove sono nato (per caso, non abitandovi) e ho frequentato il liceo. quando ritorno ritrovo ricordi e fantasmi nelle vie... ma è sempre bellissima