lunedì 15 marzo 2010

Sotto la cenere

Sotto la neve di marzo rosseggia
l'erica in fiore: è la primavera
che cova sotto ceneri d'inverno
come fuoco tra le braci dormienti.

Così l'amore che mai fu sopito:
di tanto in tanto riverbera in cuore
e lo sorprendi da piccoli segni
quel fuoco vivo nel falò del tempo.

 

Fotografia © Shirley Galloway

 

2010

6 commenti:

Buba ha detto...

ci sono dei fuochi che non si spengono mai, anche se cerchiamo di soffocarli.... ci sarà sempre la scintilla pericolosa per la paglia, se l'avvicini

DR ha detto...

e covano per anni sotto la cenere... anche la primavera, però per fortuna poi scoppia

hadaly ha detto...

Ottima poesia, nella forma e nei contenuti...

nidia ha detto...

Che bella l'erica paragonata al fuoco!

Asia ha detto...

"Un falò nel tempo" può bastare. Sottoscrivo i commenti che mi hanno preceduta. Ottimo testo Renoir, grazie. asia

DR ha detto...

grazie a tutti.

@nidia: non l'erica rosa, quella un pochino più scura, quasi bordeaux, rosseggiante...