martedì 16 marzo 2010

Primavera del 1983

C’era un tramonto d’arancio nel vento
di primavera: nubi di petrolio
nel cielo-mare infuocato dell’Ovest.

E io nell’aria calda e odorosa
di nuovi effluvi, stordito d’amore
e della bella stagione, leggevo
la tua lettera giuntami al mattino.

Il mio cuore era in fiamme come il cielo.

 

Fotografia © Pam Carter

 

1996

3 commenti:

Buba ha detto...

il fascino della lettera scritta..... ora non c'è più, sostituito da e-mail e sms.....

Vania e Paolo ha detto...

...la scrittura...identifica una persona...
identifica un pensiero...
identifica una vita...

molto bella
ciao Vania

DR ha detto...

la tecnologia ha ucciso tutto questo romanticismo: vogliamo mettere una bella lettera scritta a mano con un asettico SMS di pochi caratteri letto sullo schermo del telefonino?