venerdì 19 marzo 2010

Perché scrivi poesie?

«Perché scrivi poesie?» spesso mi dicono
«Ci fai la spesa al supermercato
o almeno il pieno di benzina verde?»
«Perché scrivi poesie?» taluni chiedono
«Ci paghi la bolletta della luce
o almeno una vacanza a Sharm-el-Sheikh?»
“Perché scrivo poesie?” io mi domando.
Per cogliere l'essenza del reale,
il legame segreto delle cose?
Scrivo poesie perché… perché mi piace…


Fotografia © Gerard Sexton

2010

10 commenti:

Buba ha detto...

non si chiede mai il perchè, a un poeta....

DR ha detto...

eppure è una domanda che mi hanno rivolto spesso: che cosa ne ricavi? è la domanda successiva...

Buba ha detto...

giusto: che cosa se ne ricava ?! come non condivido il "prurito" di certa gente di voler scavare per capire a chi è dedicata oppure qual è l'evento della tua vita che ti ha portato a scriverla....

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

rinuncia a spiergarglielo,Daniele:
chi porge questo tipo di domande non lo capirebbe comunque mai...( ne conosco tanti...)

DR ha detto...

infatti rispondo come i bambini: perché sì!

Asia ha detto...

Chi sono?
Son forse un poeta?
No, certo.
Non scrive che una parola, ben strana,
la penna dell’anima mia:
<>.
Son dunque un pittore?
Neanche.
Non ha che un colore
la tavolozza dell’anima mia:
<>.
Un musico, allora?
Nemmeno.
Non c’è che una nota
nella tastiera dell’anima mia:
<>.
Son dunque... che cosa?
Io metto una lente
davanti al mio cuore
per farlo vedere alla gente.
Chi sono?
Il saltimbanco dell’anima mia.
(Aldo Palazzeschi) Chi sei, chi sono
Da qualche tempo una voce
perfida che non s’oblia
rivolge all’anima mia
una domanda feroce.

Oh come, come vorrei
rispondere! Son due sole
parole, son due parole
piccolissime: chi sei?

Rispondere! Vorrei bene
far tacere questa voce
additando la mia croce,
numerando le mie pene;

ma quando ascolto il suono
tristissimo al cuore mio
solo e tremante anch’io,
dico e ridico: chi sono?
(Marino Moretti)


Chi sono? sai, me lo chiedo spesso anche io. Ma tu che puoi, donaci ogni giorno il canto del cuore.
Ti anticipo il mio grazie.Ciao Renoir. asia

DR ha detto...

Grazie a te, Franca... tra poeti ci si intende, non servono parole...

hadaly ha detto...

Io di solito rispondo dicendo che scrivo poesie semplicemente perché sono un essere umano...

nidia ha detto...

Bello e' poter fare le cose che piacciono, se poi il risultato e' questo.... :-)

DR ha detto...

certo, se le cose piacciono e il risultato piace, è meglio... io comunque apprezzo molto chi fa le cose disinteressatamente, come i volontari, che non vengono pagati, ci mettono passione e qualche volta vengono anche insultati