sabato 27 febbraio 2010

Pioggia di fine febbraio

Nella pioggia camminando si va,
spiando nei giardini Primavera
che lentamente esce dalle coltri,
divina femminile Madre Terra.

Ci sono gemme turgide di ortensie
e forre dove ardono le primule,
le zolle d'orto che attendono il seme,
i prati che si tingono di verde.

C'è l'amore nell'aria, nella pioggia,
c'è l'amore nel passo della donna
che va al treno sotto un ombrello viola.

 

 

Fotografia © Jacek Szmaglinski

 

2010

2 commenti:

Buba ha detto...

questa tua poesia parla del mio tema preferito e permette di sognare, tra riga e riga.... e alla fine ci si accorge che non si può non essere innamorati dell'amore....

DR ha detto...

amore, fecondità, il ritmo delle stagioni... come si fa a non amare l'amore?