giovedì 18 febbraio 2010

Giovedì grasso

Il Carnevale trascina i coriandoli
sull'alito di vento che riscalda
la terra - i giorni sono ormai più lunghi
e il chiarore permane nelle sere.
E nell'altro emisfero, dove ballano
ragazze piene di piume e lustrini
l'estate lentamente va a finire,
ricordo caldo di giorni di festa.
Qui i contadini potano le viti
in attesa del nuovo rifiorire.

* NOTA: non sono impazzito, il Giovedì Grasso è quello che si festeggia oggi nel rito ambrosiano, che prevede il gran finale di Carnevale sabato prossimo e l’imposizione delle Ceneri la prima Domenica di Quaresima


Fotografia © Tourstravelitaly

2008

4 commenti:

Buba ha detto...

i giorni sono veramente più lunghi e appena il tempo si sistemerà un po' inizieranno i lavori negli orti..... stamattina però sui rami solo piccole goccioline d'acqua invece di gemme....

Asia ha detto...

E' bello leggerti. Continua così Renoir. Siamo qui con te. Sono qui...

DR ha detto...

@ Buba: Almeno la pioggia ha cancellato lo smog...

@ Asia: grazie, lo so che posso contare su di te

Nuno G. ha detto...

o corso

o corso saiu ensaiando folias despropositadas
disfarçando almas que se arrastam em carnaval
lançando serpentinas em espirais desvairadas
que se emaranham em alegria tribal
e deixam corpos em tonturas destiladas

passam palhaços, piratas, corsários e princesas
umas lindas outras de duvidosas belezas
passam gentes sem disfarces preparados
mostrando aqueles sorrisos forçados, maquilhados
por mafarricos em faces indefesas

passam figuras de histórias encantadas
romeus sem as suas julietas
cinderelas e madrastas assustadas
que navegando em cartolina feita mar
são clandestinas passageiras de naus catrinetas
que perderam a maré e tudo o que tinham p’ra contar

passo eu por este carnaval
que me tenta mascarar às escondidas
com disfarces de camuflagem mental
encobrindo as vontades esquecidas
dum sorriso para ti, especial

(in www.minha-gaveta.blogspot.com)