sabato 20 febbraio 2010

Carnevale ambrosiano

Nevica un volo grigio di piccioni
sulle granaglie sparse in Piazza Duomo
dai venditori di fotografie
e piume bianche volano leggere.

Sulle lastre di marmo si riflette
povero il cielo d'inverno, sorretto
dal gotico ricamo delle guglie.
Milano è bella come una signora.

Lo tzigano che suona vecchi tanghi
lungo Corso Vittorio Emanuele
ha dato al vento il suo violino triste
e ora insieme rincorrono le nuvole.


 image

Fotografia © Daniele Riva


2010

7 commenti:

Buba ha detto...

splendido ritratto di una bella signora di una certa età ma dall'aspetto giovanile che, sembra passeggiare in una dimensione senza tempo...

Buon sabato (corro.... mi aspetta un panno swiffer ben poco poetico :( )

DR ha detto...

Milano ha questa bellezza austera, un po' come Torino. Ma è una signora che sa farsi notare.

Buone pulizie... io sto già pensando alle "chiacchiere" di Carnevale abbinate a un bel vino con le bollicine

Buba ha detto...

godereccio !!! :D

DR ha detto...

sì, ma prima ho buttato giù un po' di chilometri passeggiando lungo l'Adda --> vedi foto su FB: ci sono i bucaneve e i nocciòli in fiore, ma la primavera è molto lontana

Buba ha detto...

le ho viste le foto, è una zona bella.... noi abbiamo solo l'Olona :(

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

sprigiona una dolcissima e malinconica atmosfera... pare di sentirlo, quel violino, in sottofondo...

DR ha detto...

è la cosa che mi ha colpito di più quel pomeriggio in Corso Vittorio Emanuele