martedì 19 gennaio 2010

Stanco d’inverno

Stringo gennaio tra le dita stanche
d'inverno e quello che rimane è un gusto
amaro e dolce di scorze d'arance.

Se nel cielo la neve si disegna
in bianche nuvole e i fischi dei treni
ingannano i giochi delle distanze,
la mia apatia allora non è che attesa.

Raggi di sole illuminano gemme...


Jennifer Vranes, “Aspens in winter”

2010

2 commenti:

Buba ha detto...

anche le mie dita sono stanche.... fortunatamente è stanco anche gennaio, anche se il freddo non vuole mollare.... speriamo che rimangano veramente e preso solo le scorze...

DR ha detto...

sì, ma che freddo stamattina! Corso Garibaldi era una ghiacciaia e me lo sono fatto tutto a piedi!