domenica 10 gennaio 2010

Poesia nella nebbia

La poesia è un grumo che mi resta in petto
mentre nel mattino vado in bicicletta:
resta lì come se fosse un insetto
fossilizzato in una goccia d’ambra
e non tenta nemmeno di uscire.

Come il sole di quest’alba lombarda
gonfia d’inverno e di malinconia.


Fotografia © Meteo-System

1998

2 commenti:

Buba ha detto...

è proprio vero Dani..... quando la poesia è nel cuore e non ancora nella mente è proprio un grumo che resta lì e fa sentire con discrezione il suo peso ... bella la foto, che fiume/canale è ?!

DR ha detto...

è il Naviglio di Milano... sembra impossibile, ma è così!