sabato 2 gennaio 2010

Al 2010

Buongiorno, nuovo anno che mi svegli
con questa luce di perla e cemento
e il canto di un gallo al primo mattino.

Ho fatto un fascio di preoccupazioni
e l'ho bruciato al cuore della notte
per entrare puro nel tuo chiarore.

Sorprendimi con le tue gioie, anno
appena nato, e sii molto clemente
con le tue inevitabili sconfitte.

 

Fotografia © DR

 

2010

6 commenti:

Buba ha detto...

speriamo almeno nella sua clemenza, non chiedo molto..... anche da me il cielo stamattina era così e il vento ha spazzato via la nebbia...

DR ha detto...

il 31 dicembre e il 1° gennaio sono giorni normali... sono le nostre convenzioni a rivestirli di questa importanza. Non è che pura contabilità... come dire è mezzogiorno meno dieci o oggi è sabato...

concetta t. ha detto...

detto da te....
un po' spoetizzante,
lasciaci sognare, almeno in questi giorni!!!!
però la poesia mi piace!

DR ha detto...

la boa dell'anno è un punto di svolta, ideale per propositi e cambiamenti... poi, bisogna mettere in conto tutto

Asia ha detto...

Manti bianchi e primule nascoste per te. asia

DR ha detto...

grazie, asia... attendo con ansia primavera