domenica 27 dicembre 2009

Stelle di cartone

Risplendono le stelle di cartone
su un cielo blu di latta affumicata
come paillettes di un vecchio varietà.
Oggi si recita: il mio cuore palpita
e la ragione latita seguendo
le strade dei falò nella memoria.

Più mi avvicino a te, più ti allontani;
quando ti sfioro, all'improvviso arriva
il vento e tu sei stella di cartone
che splende in questo mio povero cielo.

 

image

© Exporters India


1986

5 commenti:

Buba ha detto...

certi giorni sono così bui, caro Dani, che mi accontenterei anche solo di una stellina di plastica :(

DR ha detto...

lo so... il senso della poesia è proprio quello

zoé ha detto...

Bella .. molto reale.
Allontanarsi e fuggire .. fuggire e allontanarsi .. quante Stelle non vogliamo vedere ...

Asia ha detto...

L'ultima stanza è meritevole della lode.

DR ha detto...

@ zoé: sì, paure e disinganni, illusioni e disimpegni

@ Asia: anche secondo me è la parte meglio riuscita. Se hai notato l'anno in cui l'ho scritta (al termine del post), puoi valutare meglio...