giovedì 31 dicembre 2009

Fine d’anno II

    “Lasciatemi così / come una / cosa /
      posata / in un angolo / e dimenticata.”

      GIUSEPPE UNGARETTI, Natale

Una luna gigante fa da specchio
ai raggi del sole e illumina i campi,
li veste di luce lattiginosa,

quasi un dono d’addio a quest’anno vecchio
che presto saluteranno coi lampi
dei fuochi d’artificio e la mielosa

nenia di brindisi e buona fortuna.
Starò in disparte, a guardare la luna.


 image


1999

5 commenti:

Buba ha detto...

anch'io me ne starò in disparte.... domani sarà come oggi e come ieri; a gente stasera cerccherà il divertimento forzoso a tutti i costi, tra la nenia dei trenini del ballo.....

DR ha detto...

Ho una combriccola fedele con la quale valicherò il limite tra i due anni, senza eccessi e senza sfarzi... e mi ritroverò poi da solo fuori a guardare... la pioggia, perché la magnifica luna piena di questa notte ci sarà negata.

zoé ha detto...

"me ne starò in disparte" ..
chissà perchè il Capodanno mi ha sempre messo tristezza .. ma proverò a festeggiare, mettendo da parte per qualche ora i brutti pensieri e coltivando solo Speranze.
Auguri di cuore DR.

DR ha detto...

auguri, zoè... neppure io sono attratto da queste commemorazioni pagane trasformatesi in riti sociali

Asia ha detto...

Ho colto la tua malinconia e due ali per volare. Buon Anno ancora Ami. Un abbraccio. franca