giovedì 19 novembre 2009

Il corvo e la noce

Il corvo che sull'asfalto bagnato
rompe un guscio di noce con il becco
è lo stupore di questa mattina.

Grigio nel grigio che spegne i colori
dell'autunno, come un chirurgo porta
i suoi colpi fino al gheriglio morbido.

Si invola verso l'ombra del giardino,
io soddisfatto continuo la strada
meditando su spirito e ragione.

 

2009

3 commenti:

Asia ha detto...

Caro Ami, mi chiedo se c'è qualcosa di più sublime dello spirito o della ragione stessa. L'uno così appassionato...l'altra così razionale. Momenti alati a spese di un piccolo pennuto. Ciao Daniele, sempre Grande.

Buba ha detto...

l'immagine del corvo evoca la caparbietà : l'uomo che si impegna per raggiungero uno scopo.... è da qui che si medita su spirito e ragione....

DR ha detto...

Grande intuizione, Buba...