mercoledì 4 novembre 2009

Forse la felicità

Al bicchiere dell'alba mi disseto:
sull'erba argentea brilla la rugiada,
la foschia mattutina si dissolve
come una ragnatela nel maestrale.

Allegre tegole ridono al giorno
ospitando le ombre dei colombi
in volo - forse la felicità
altro non è che vivere il momento.

 

Jim Mitchell, “Lines of trees at dawn”

2009

11 commenti:

stella ha detto...

Mi piace molto questa tua poesia.
Posso pubblicarla sul mio blog?
Fammi sapere, grazie!

DR ha detto...

Certamente, basta che mi indichi come autore...

zoé ha detto...

E' semplicemente splendida ..... Complimenti.

DR ha detto...

grazie zoé, benvenuta...

stella ha detto...

Per favore potresti rispondere a zoè da me?

Miryam ha detto...

Come già detto da Stella, queste due quartine sono semplicemente meravigliose ...
Basterebbe saper raccogliere le "immagini" che abbiamo sempre davanti agli occhi ...e porle stupendamente dentro...

Forse, a volte, siamo(sono)troppo distatti...

Complimenti per il blog e le poesie... meravigliose.

Un saluto!

Buba ha detto...

Daniele, non ho proprio parole............. semplicemente divina !

Asia ha detto...

Asia elogia il suo Renoir.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

SPLENDIDA Daniele, davvero!

luciana
PS: e mi accorgo ora che è già stato detto... allora, io lo sottoscrivo, in caratteri maiuscoli.

DR ha detto...

Eh, Luciana, tu lo sai, l'autunno ispira i poeti, come la primavera: si scrive da sé...

DR ha detto...

A miryam un grosso grazie e un caloroso benvenuto