martedì 10 novembre 2009

Baci

Le parole che si sono insinuate
nei nostri baci sono più leggere
dei petali di ciliegio che nevicano
sulla dolcezza di aprile - si legano
ai nostri battiti e vi si sospendono
come degli usignoli in una gabbia.

È per questo che sentiamo gli angeli
cantare  e le campane tintinnare
quando si uniscono le nostre bocche.

 

© Migdalia Arellano

 

2009

8 commenti:

concetta t. ha detto...

bella e dolce questa romantica poesia, fa tornare ragazzini!!!!

Asia ha detto...

"Quando la rosa appare - parte il mio pettirosso" Ricordati delle mie bacche. Ciao Renoir.asia

zoé ha detto...

Bellissima .. Dolce .. Racchiude tutta l'essenza del Bacio, unione di due Anime in un gesto solo ....

DR ha detto...

ero in vena di romanticismo...

concetta t. ha detto...

ciao D.quando l'hai scritta?
se non sono indiscreta....

DR ha detto...

Come indica la data che da qualche mese appongo alle poesie, è del 2009. In particolare è di circa tre settimane fa... le cose evolvono...

stella ha detto...

Poesia romantica, molto intima!

Buba ha detto...

parole appena sussurate che abbracciano voluttuose un momento così romantico e ben descritto....