domenica 11 ottobre 2009

Stato di abbandono

Quella che un giorno fu casa tua… Sono
capitato per caso in quella piazza:
c’era il mercato. Tra le bancarelle
mille colori e sapori e il ricordo
che strusciava lento sulle persiane
scrostate, sui balconi senza fiori.
E l’abbandono di quella tua casa,
di quell’amore mi faceva male.
Passava un tram oltre il mercato: sono
salito in fretta e sono fuggito.

 

© Easy Art

 

1998

2 commenti:

Buba ha detto...

mi è capitato tante volte.... e non sono mai riuscita a trovare le parole per descrivere qeull'amarezza....

DR ha detto...

Amarezza... proprio quella sensazione. E una dolorosa coscienza del trascorrere del tempo. Come mi capita quando torno in una città amata e scopro le modifiche al paesaggio consueto.